a tramutola…ridere o vergognarsi?

037.JPG0361.JPG0351.JPG036.JPG034.JPG033.JPG0321.JPG031.JPG030.JPG0281.JPG0271.JPG0261.JPG025.JPG0241.JPG023.JPG022.JPG021.JPG020.JPG0191.JPG018.JPG017.JPG016.JPG015.JPG0141.JPG0132.JPG

nella villa comunale di tramutola, villa che negli ultimi tempi ha visto perdere molto del valore naturale che pure una villa dovrebbe avere, sono stati recentemente affissi dei cartelli che vietano alcune cose da  fare e prevedono sanzioni per i trasgressori .. tra questi  divieti  vi è  quello di non calpestare le aiuole.. bene, benissimo, un particolare però…vi invito a ricercare nelle foto pubblicate le aiuole!!!

più che aiuole si tenta quindi di non far calpestare pezzi di una villa abbandonata a se stessa??? che stranezze!!!

da ricordare inoltre che solo poco più di un anno fa – era il sabato precedente le scorse votazioni per le amministrative di tramutola – per piantumare qualche decina di mazzi di fiori si “usarono” una ventina di persone, dipendenti della comunità montana…è chiaro che l’interesse di allora era quel “tutt’apposto” formale, mentre oggi è forse vietare ridicolmente…vietare ridicolmente di calpestare terreno abbandonato a se stesso…forse in previsione di ben altre destinazioni della villa?

una ben strana amministrazione!!!

marica la salvia responsabile di comunità lucana per tramutola

Pubblicato in Blog

Storia di un’amministrazione

A Tramutola succede anche questo: nell’area 167 di questo ridente paese,  c’è uno spazio verde (ma meglio direi abbandonato a verde spontaneo) nel bel mezzo di tante villette abitate, uno spazio che non risulta di proprietà di nessuno, cosa che sembra strana perché trattasi di un’area espropriata dal comune stesso proprio per costruire e solo questo spazio risulterebbe essere escluso dall’esproprio.

Alla richiesta di alcuni cittadini di poterlo utilizzare (quanto meno per  tenerlo pulito, data la scarsità della manutenzione, che se va bene viene fatta una volta l’anno e neppure tutti gli anni!) e visto che già altri lo stanno facendo, coltivando orticelli chilometrici, la risposta dell’amministrazione è stata che questo spazio “verde” non è del comune ma risulta intestato ad una persona defunta (proprietà da verificare al catasto), quindi utilizzabile da parte di chiunque (una sorta di invito all’appropriazione indebita da perfezionarsi poi attraverso usucapione?) 

Diciamo che questa risposta potrebbe anche essere soddisfacente nella media lucana, se si tiene dell’andazzo cialtrone e tenuto conto che anche nelle amministrazioni possono esserci momenti di “distrazione” nel  sistemare le cose…quindi la situazione è quella e va bene così (o meglio deve andare bene così), se non fosse che alla richiesta fatta all’amministrazione municipale sul “dovere” di  prendere provvedimenti, perché chi lavora l’orticello chilometrico scarica camion di letame in pieno centro abitato, regalando un delizioso olezzo a chi si vive nelle vicinanze (al punto da essere costretti a stare giornate intere senza aprire porte e finestre), viene risposto che un provvedimento del  genere non rientra nelle competenze dell’amministrazione, ma questa agirà solo quando ci sarà una denuncia scritta da parte dei cittadini…e nel frattempo si chiede di essere tolleranti (perché il piacevole odorino quanto potrà mai durare?) nei confronti di chi abusa di diritti non propri e di chi questi diritti dovrebbe farli rispettare!

Ci chiediamo se allora non siano i sindaci i responsabili della salute pubblica, nonchè del decoro urbano, nonche del rispetto dei diritti e doveri dei cittadini a riguardo delle pubbliche proprietà e degli spazi ad esse prospicienti? 

Ma  non è finita, perché sempre nello stesso spazio ci sono tombini , quindi una rete idrica, utilizzata sempre da alcuni abitanti della zona per irrigare giardini, lavare terrazze e  fare lavori di muratura, ed anche in questo caso alla domanda provocatoria se sia necessario fare una richiesta ed a chi farla per potere usufruire del “servizio”, ci si sente rispondere, che quell’acqua e quei tombini non  sono di nessuno, quindi utilizzabili da parte di chiunque….una palese assurdità, una sorta di legittimazione ad appropriarsi di ciò che non avendo chiara proprietà viene ad essere una “res nullius”!!!

Ed ancora, ad una ulteriore richiesta, sempre da parte di cittadini, di poter utilizzare un altro spazio verde sempre nella stessa area, ci si sente   rispondere che stavolta lo spazio è sì di proprietà del comune, ma non può essere dato a privati cittadini perché il comune su  quegli spazi ha degli scopi propri…scopi propri?…e di grazia, quali sarebbero gli scopi propri di un comune che non siano scopi pubblici?…e come mai, per ormai consueta magia, ecco venir fuori anche qui un altro orticello chilometrico!!!

Evidentemente per il comune di tramutola tra gli scopi propri rientra anche un orticello di quel tal privato!!!

Ed infine, all’ultima richiesta, di mettere in sicurezza un marciapiede pericoloso, perché  sito al bordo di uno scavo per le fondazioni di una casa (e quindi sotto di esso il vuoto), si risponde che si cercherà il proprietario del lotto e gli si chiederà di prendere i provvedimenti opportuni!!!

Insomma, ad un anno esatto dalle ultime elezioni amministrative, la situazione è dunque questa: ognuno fa quello che vuole, orticelli (ma non per tutti), acqua prelevata senza costo (è res nullius, no?), letame in abbondanza (neppure ben stagionato per diminuirne almeno l’odore) deposto tranquillamente nel centro abitato, marciapiedi che danno sul vuoto e potremmo continuare a lungo…capita anche che passi un assessore che sceneggia urla davanti a questo scempio come un mediocre attore di teatro e poi va via senza far nulla (voleva forse semplicemente un applauso per l’esibizione?) e capita che chi dovrebbe vigilare vigila sul paese intero eviti di passare in alcune aree (forse troppo plebee per essere degne di attenzione), aspettando al più che qualcuno dica o faccia notare qualcosa (e se pur capita da queste parti lo fa bisbigliando per non metersi troppo in vista).

Ma il sindaco (quindi l’intera amministrazione) non avrebbe il dovere di verificare con celerità cosa succede nel paese che amministra nel più ampio dovere di tutelare i cittadini, mentre qui continua solo a ripetere che passerà, passerà, passerà a vedere la situazione?…di fatto il sindaco è passato a vedere, ma forse il cattivo odore del letame lo ha stordito a tal punto da soffocarlo e costringerlo per mancanza di ossigeno a non prendere alcun provvedimento in merito a quelli che possiamo definire tranquillamente degli abusi, per giunta tollerati da chi invece non dovrebbe tollerare, ma agire con tempestività per il ripristino della legalità (non dimentichiamo che il sindaco è anche la massima autorità di pubblica sicurezza di un comune)!!!

Allora un appello ai tramutolesi…se avete voglia di lavorare un orticello (anche chilometrico) venite nell’area 167, acqua e terra sono gratis, anche se non per tutti (magari solo per chi li avrà votati??…atroce dubbio), ma conviene provare!!

e tranquilli, questi amministratori per non farsi nemici sono come le tre famose scimmiette, non vedono,non sentono e non parlano!!!

marica la salvia coordinatrice cittadina di Comunità Lucana

Pubblicato in Blog

Comunicato stampa di Comunità Lucana

questo comunicato non è stato inviato al sito istituzionale di basilicatanet, visto quanto già da noi espresso circa l’opera di confusione che puntualmente viene messa in atto o per imperizia (e ci può stare visti i criteri) o per cosciente manipolazione bulgara (cosa molto più probabile) delle affermazioni dei comunicati, il cui senso non andrebbe distorto, ma semmai solo adeguato alle esigenze di spazio concessogli in ciò che dovrebbe essere una sorta di rassegna dei comunicati inviati

tale attività riprenderà solo a seguito delle scuse ufficiali del sito basilicatanet

 

 comunita-lucana-jpeg_thumbnail25.jpg

Non accettiamo sospetti

 

In ordine alle comunicazioni Eni apparse su media locali a riguardo di un presunto “intervento esterno” quale causa dello sversamento di greggio lungo l’oleodotto Viggiano-Taranto in agro di Bernalda e di una contaminazione dei terreni limitrofi, questo partito stigmatizza il tentativo di suggerire all’opinione pubblica la sola eventualità che tali eventi, sui quali crediamo opportune indagini degli enti preposti, siano in qualche modo riconducibili al variegato arcipelago di comitati, associazioni e singoli che in questi anni hanno espresso criticità rispetto alle estrazioni ed al trattamento di idrocarburi sul territorio regionale.

Ribadiamo che il carattere di democraticità ed assoluta civiltà di queste criticità, tali quindi da non potersi in alcun modo configurare in atti violenti o di autolesionismo del “tanto peggio, tanto meglio”, non è assolutamente da potersi mettere in discussione da parte di chiunque, tanto meno da parte di una compagnia che usualmente preferisce tacere in modo supponente, piuttosto che dare opportune spiegazioni in merito alle stesse criticità, emerse finora in un quadro di una bizzarra mancanza di punti di riferimento chiari ed inequivoci che riteniamo molto avrebbe potuto svelenire il clima creatosi.

Rigettiamo così al mittente, e crediamo di poterlo fare a nome di chiunque abbia espresso ed esprime tali criticità con i mezzi democratici e di comunicazione che gli sono più consoni, ogni “velina” che, nelle more di un accertamento che crediamo debba a questo punto essere giudiziario, immetta nella pubblica opinione dubbi o sospetti sulla correttezza dell’agire di quanti intravedono proprio negli idrocarburi la morte prossima di una regione che si avvia tristemente a divenire un unico campo di estrazioni petrolifere.

Miko Somma, segretario regionale di Comunità Lucana

Pubblicato in Blog

Lo spettacolo del “NI” a Tramutola sul permesso Monte Cavallo

Scrivo con due giorni di ritardo, dopo avere assistito ad uno spettacolo pietoso ed ancora non mi sono ripresa dal colpo che è stato inferto all’intelligenza delle persone presenti l’altra sera , mercoledi  4 aprile, nella sala consiliare di  Tramutola, tema dell’incontro “permesso monte cavallo”.

Posso solo dirmi comunque imbarazzata di essere rappresentata da una amministrazione comunale mediocre e che si è sentita offesa solo perché gli è stato chiesto che ci fanno loro lì, in quel consiglio, se non si preoccupano di tutelare gli interessi dei cittadini che pur dovrebbero essere prioritari rispetto ad ogni altra considerazione.

Imbarazzata di trovarmi di fronte ai consiglieri che sbadigliavano o parlavano a telefono invece di ascoltare le ragioni di chi chiedeva che il comune si associarsi alle ormai note e condivise ragioni di chi dice no al permesso monte cavallo, nuovo atto di colonizzazione dei nostri territori…indignata davanti al silenzio di un presidente del consiglio provinciale che pur nel paese ha tratto voti per quelle elezioni e che non esprime alcun parere quando pur gli è stato chiesto, o ad un consigliere  di quella parvente opposizione che sostiene la maggioranza nella sua scelta e propone solo ora un referendum cittadino a pochi giorni dalla scadenza dei termini, o di un altro consigliere che continua a millantare benefici dalle estrazioni che non si vedono neppure dopo quasi vent’anni di estrazioni…persino esterefatta di fornte a chi racconta la favola che dobbiamo sottostare alle necessità di approvigionamento energetico del paese e accettare in silenzio quello che si decide  per noi…ancora di più dall’atteggiamento dei componenti la commissione consiliare dedicata appunto all’esame del permesso monte cavallo che se ne è venuta fuori con il silenzio assoluto, e dai consiglieri ed assessori assenti…esterefatta  dinanzi alle parole di un sindaco che non capiva il motivo di fare una delibera, ma continuava come un disco rotto a ripetere che “siamo nel parco e non c’è bisogno di dare alcuna risposta e bisogna aspettare cosa succede in futuro”!

Di fronte a questa indifferenza di un’amministrazione che ascolta “coricata” sulle poltrone della sala consiliare, facendo risatine quando a parlare sono i cittadini, credo che gli offesi dovremmo essere noi e non loro che si reputano i signori  della nostra volontà.

Forti dubbi anche su una piccola svista da parte di  chi ha organizzato l’incontro, visto che per un evento di tal genere non ci si è preoccupati di invitare i sindaci e le associazioni che condividono la battaglia o lo si è fatto all’ultimo minuto…e fortuna ha voluto che lo avesse fatto per tempo comunità lucana!

Confesso che mi vergogno di essere governata da questi soggetti votati  quasi all’unanimità a rappresentare un paese che forse un po’ più di rispetto lo meriterebbe, se non altro perchè composto anche dai loro stessi elettori.

Svegliatevi cittadini di tramutola, non permettete più che venga offesa la vostra intelligenza con quel “ni” ipoicrita, ma chiedete che si prenda una  decisione con una delibera che dichiari “si, vogliamo il permesso” o “no, non vogliamo il permesso ”, perchè crediamo che occorra più chiarezza su queste cose.

Che abbiano dunque il coraggio di assumersi le responsabilità delle loro scelte…difficile che senza una richiesta popolare in tal senso si faccia quella chiarezza che sarebbe necessaria, molto più comodo per alcuni non esprimersi affatto per non scontentare troppo i sostenitori del no e non deludere neppure quelli del sì.

Che quindi decidano gli altri per noi, pare di leggere dall’analisi di questa riunione…nel frattempo le eterne promesse “petrolifere” di un posto qui o una commessa là hanno preso a camminare per le vie del paese, sorrette da quel silenzio assenso che equivale ad un assenso pieno!

Marica la salvia coordinatrice  cittadina di comunità lucana-movimento no oil e cittadina di Tramutola

Pubblicato in Blog

e la storia continua…

il giorno 13 ottobre 2011 questo movimento ha presentato una nuova richiesta al comune di Tramutola per poter visionare ed estrarre copia dei certificati di agibilità e collaudo della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado (qualcuno di voi forse ricorderà la questione), sottoscritta  questa volta anche dai genitori degli alunni e da altri cittadini tramutolesi..

il risultato è stato, dopo un mese di attesa (tempi rapidi rispetto ai 111 giorni di attesa della richiesta precedente), che i genitori possono visionare i documenti richiesti che sono agli atti, mentre noi, ahimè, come movimento politico non possiamo farlo, perchè non siamo portatori di interessi legittimi e  diffusi..come se poi la sottoscritta ed altri sottoscrittori, non fossero cittadini di questo paese e non avessero vincoli di parentela con gli studenti..evidentemente non a tutti è garantito il diritto di accesso agli atti come la legge prevede..

ma oltre alla comunicazione in se stessa (e ci saranno novità in merito), l’importante è che un risultato questa volta lo abbiamo ottenuto, la visione “teorica” dei documenti (ci chiediamo infatti quale professionalità sia richiesta per capire se un pezzo di carta è relativo a degli interventi strutturali di cui invece non sarà data alcuna visione), ma il risultato per ora è che almeno qualcosa sarà mostrato, visto un pò di tempo fa, alla richiesta di alcuni genitori di poter visionare i certificati, gli venne semplicemente risposto che non era possibile non avere fiducia nell’amministrazione e in quello che diceva, anzi il sindaco si disse indignato di tael richiesta.. e dei certificati nemmeno l’ombra!

ma  anche a noi del resto, nella risposta  alla precedente richiesta, non è stato fatto alcun cenno che i suddetti certificati fossero agli atti e quindi visionabili … ne prendiamo allora atto con qualche mese di ritardo!!

certo è che ci siamo assunti un compito che forse spettava alla maggioranza stessa di questo comune o a quella parvenza di opposizione che pur siede in consiglio, il compito di  tranquillizzare i cittadini di tramutola circa la sicurezza delle scuole, e non  spettava certo a noi che non solo non siamo stati eletti in quel consiglio!!

..chissà perchè allora mentre noi otteniamo dei risultati, anche se piccoli, loro, tutti insieme in allegria, loro che sono i rappresentanti delle istanze dei cittadini continuano a sonnecchiare…si pensa piuttosto al menù per i turisti del prossimo mese di agosto, si abbatte una costruzione o s’allarga un balcone, si aprono cantieri per non perder contribut e nonn perchè l’oggetto dei lavori interessi realmente…la storia a quanto pare continua sempre allo stesso modo..

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

a tramutola

Giovedi 13 ottobre 2011 questo movimento ha presentato una nuova richiesta  all’amministrazione comunale , per poter visionare ed estrarre copia dei certificati di agibilità e di  collaudo della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado di Tramutola.

Richiesta questa volta supportata dalle firme di cittadini tramutolesi che , al pari del movimento  stesso, a vario titolo sono portatori di  un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l’accesso.

Anche questa volta, prima di avere una risposta passeranno 111 giorni, com’è successo per la richiesta precedentemente presentata? ed avremmo analoga risposta di non potere avere accesso agli atti richiesti perchè non siamo portatori di un interesse diretto, concreto e attuale?

Attendiamo notizie..

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana - movimento no oil

Pubblicato in Blog

comunicato stampa congiunto

 Comitato “Diritto alla Salute” - EHPA (Environment Health Protection Association ) – Radicali Lucani 

- Comunità Lucana NO-OIL –   Matera Città Plurale 

La recente pubblicazione da parte dell’ARPAB dei dati sull’inquinamento delle falde acquifere nell’area dell’inceneritore FENICE-EDF, ha dimostrato quanto le nostre Comunità siano vittime ignare di un sistema che privilegia il “business” a discapito della salute pubblica.

Emergono, in queste ore, responsabilità gravissime da parte di soggetti che sono “consapevolmente” venuti meno al loro compito istituzionale di proteggere la salute dei cittadini lucani.

Il prezzo che questa Regione sta pagando e pagherà per i prossimi decenni in termini di deturpamento dell’ambiente, in nome dell’industrializzazione e delle opportunità lavorative, è troppo alto. La reputazione di Enti ed Istituzioni Regionali è stata “macchiata” da persone irresponsabili, senza scrupoli ed in molti casi colluse.

Per questo riteniamo essere necessario fare piena luce sulle responsabilità, le omissioni e le colpe di coloro che per anni hanno pensato (e pensano ancora oggi) che questa sia una regione di poveri mentecatti.

Le nostre Associazioni hanno appena inoltrato un “ESPOSTO – DENUNCIA” alla Corte di Giustizia Europea, alle Procure di Melfi e di Potenza, e rimesso per conoscenza  al Ministro dell’Ambiente, al Direttore Generale dell’Istituto Superiore della Sanità, , al Presidente della Giunta Regionale di Basilicata, al Direttore Gen. Dell’A.R.P.A.B.  di Basilicata,.

I reati contestati sono:  1) Violazione dell’art. 32 della Costituzione Italiana che tutela il diritto alla salute – reato di  Disastro ambientale – reato di Avvelenamento colposo     2) Omissione di atti d’ufficio    3) Disastro colposo.

Il testo  verrà inviato a tutti gli organi di stampa e pubblicato sui siti internet delle nostre Associazioni ai sensi della Convenzione di Aarhus.

29/09/2011

Pubblicato in Blog

ancora da tramutola

immagine-075.jpg0091.JPG0541.JPG056.JPG008.JPG0071.JPG0061.JPG

ecco cosa significa messa in sicurezza a tramutola..

alcune foto si riferiscono alla immediata messa in sicurezza fatta dalla solerte amministrazione non appena su questo blog sono state pubblicate le foto, le altre invece, riguardanti altre zone del paese, servono solo per rendere un’idea di cosa in genere si intenda per messa in sicurezza!

queste sono le meraviglie tirate fuori dal cilindro per convincere gli ingenui cittadini, che basta un pò di nastro di plastica o qualche asse di legno, per garantire la incolumità delle persone..e tutti sono pronti ad abbassare il capo e dire che tutto continua ad andare bene, per non offendere, mai sia, l’amministratore di turno!!

gente, state tranquilli, perchè appena possibile, a questa fase di messa in sicurezza, seguirà la successiva, quella  in auge in questo paese prevista per la rivitalizzazione del centro storico, ossia abbattimento di tutto quello che fa storia per lasciare  il posto a piazze con annessi giochi per bambini laddove abitano gli assessori e i consiglieri di turno, e semplici parcheggi dove invece abitano i cittadini senza titoli elettorali!!

complimenti, questo è il paese che abbiamo scelto di avere, una tramutola viva dove ogni scelta è espressione di volontà libere!!

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

da tramutola

udite!!udite!! ieri su questo blog abbiamo pubblicato delle foto di un immobile in condizioni fatiscenti da mesi, evidenziando quanto poco efficiente e attenta fosse l’amministrazione nel prendere provvedimenti..

stamani di buon’ora, invece, si è provveduto ad una parvenza di messa in sicurezza dell’immobile suddetto, transennandolo alla meglio..

la cosa importante è che forse, tra un sonnellino amministrativo ed un altro, qualcuno in paese in maniera attenta e continua legge questo blog e legge quanto si scrive, manifestando una certa atenzione ai contenuti che riguardano proprio il paese…

ma saranno forse solo coincidenze?…chissà, ma di certo c’è che da quando facciamo notare mancanze amministrative e conseguenti provvedimenti non presi, se pur doverosi proprio per chi amministra, in maniera quasi immediata  ecco che è il provvedimento più opportuno che esce dal cilindro dell’illusionista o quanto meno ci si prova a farlo venir fuori e magari a far credere che sia quello più opportuno…

i miei complimenti a questo movimento che pur non essendo in quel consiglio, per la lunga storia che conoscerete e frutto di una sua costante e continua denigrazione attenta non dei contenuti (ci mancherebbe, manco li comprenderebbero probabilmente), ma del suo operare, però raccoglie in un qualche modo i frutti proprio del suo operato…

l’elenco è lungo, ma da un po’ alcune cose sono cambiate…si pensi alla prassi  di non  comunicare le date dei consigli comunali ed eccoli comunicati, ai mancati aggiornamenti del sito del comune di colpo aggiornato, agli assessori che non avevano delle deleghe precise ed oggi ad assessori con tanto di delega, agli operatori ecologici mandati laddove non si pulisce quasi mai all’indomani di altre foto pubblicate su questo blog…

domani mattina al risveglio ritrovo i solerti operatori ecologici davanti le case a ripulire i marciapiedi dale erbacce da savana che li nascondono?…ritrovo operatori edili in grado di mettere finalmente in sicurezza edifici in stato di pericoloso abbandono e di pericolo per la sicurezza della cittadinanza?…

…ma non è che di questo passo finalmente verranno fuori i famosi certificati di agibilità e collaudo della scuola primaria e secondaria di I grado di tramutola che ABBIAMO INVANO CHIESTO e per i quali a distanza di molti mesi ci si oppose diniego per il fatto che non rappresentiamo interessi diffusi, pur avendo partecipato ale elezioni e pur essendo portatori in questo senso proprio di quegli interessi diffusi che altre volte non sono stati ostacolo alla concessione di ben altre documentazioni, alcune delle quali riguardanti in qualche modo persino la privacy (ricordo solo per citarne una la richiesta delle liste elettorali)???

allora, in attesa di meraviglie amministrative che certo non tarderanno a manifestarsi, i nostri complimenti ai tramutolesi per avere messo in campo le forze migliori che il paese offre, votando e dando fiducia a questa gente che si muove solo perchè sollecitata e timorosa di “figuracce via internet”!!!

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

nuove un po’ vecchie da tramutola (pz)

082.JPG311.JPG032.JPG009.JPG

079.JPG310.JPG027.JPG003.JPG

   

vi invito a guardare queste foto, fatte a distanza di qualche mese le une dalle altre..

l’intento è quello di evidenziare cosa non è cambiato nel tempo, nessun tipo di pulizia e nessuna messa in sicurezza..insomma, siamo di fronte ad un caso di continuità che certo dona una sicurezza, quella che passata la sbornia elettorale, niente è cambiato ed il paese continua a vivere il suo abbandono

mi complimento quindi con l’assoluta mancanza di efficienza dell’amministrazione, troppo impegnata forse ad organizzare l’agosto tramutolese o forse ancora a sistemare e mettere in sicurezza una zona invece di un’altra, a seconda forse di dove abita un consigliere o un assessore a cui pagare dazio per l’appoggio e per i voti ricevuti!!

ma mi domando, che fine abbia fatto  la tanto efficiente opposizione che a parole doveva cambiare le sorti di questo paese (dopo 5 anni di precedenti sonnolenti che pure avrebbero dovuto svegliare la popolazione) e che di fatto ha solo condotto una feroce campagna diffamatoria contro il nostro movimento con azioni degne del codice penale e civile…acqua passata, ma oggi perchè l’amministrazione non mette in campo quei provvedimenti che pure sarebbe suo dovere adottare per la sicurezza ed il decoro del paese?…forse sonnecchia sotto il sole di luglio nella co-dormienza di una parvenza di opposizione, ritagliata su misura della maggioranza???…ha, la lucania!!!

complimenti in questo paese tutto va bene, come in questa regione tutto va bene!!!

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

a Tramutola

ci sono voluti ben  111 giorni di attesa ma stamani, all’ennesima visita alla casa comunale, mi è stato detto che finalmente avremo la risposta alla nostra richiesta, che a breve mi verrà recapitata..

aspettiamo di leggerne il contenuto, ( ci saranno anche le motivazioni di questo notevole ritardo?) e poi decideremo sul da farsi..

certo è che non appena su questo blog si pubblicano delle cose o si fanno notare delle mancanze o si evidenziano sollecitazioni di ogni tipo, il giorno dopo, in maniera rapida la “efficiente” macchina comunale di tramutola risponde in un qualche modo..

saranno semplici coincidenze ( e fino ad ora ce ne sono state tante!) o  questi “impiegati” stanno sul nostro blog di continuo per leggere?

mi complimento! questo movimento sta ottenendo dei risultati!!

marica la salvia coordinatrice  cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

a Tramutola

Il 25 febbraio 2011 questo movimento ha fatto richiesta al comune di poter visionare ed estrarre copia dei certificati di agibilità e collaudo della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado.. bene sono passati esattamente 111 giorni e noi non abbiamo avuto nessuna risposta!

negli ultimi giorni, sollecitando verbalmente una spiegazione, ho ricevuto le risposte più disparate , ” bisogna chiedere se possiamo darveli” o ” voi siete un’associazione e non potete averne” ete.etc…tutte risposte ben motivate, insomma!

certo è che la Legge 241/90  garantisce, all’art 22 e successivi, l’accesso agli atti amministrativi, garantisce il diritto di chi è portatore di interessi pubblici o diffusi a poter accedere agli stessi ( e ricordo a chi non lo sapesse o fingesse di non saperlo che questo è un movimento politico e non una semplice associazione, ed in quanto tale è portatore di interessi diffusi o pubblici).

la legge prevede che se  entro 30 giorni dalla richiesta non ci sono state risposte si intende non accettata , ma prevede che in caso di rifiuto o diniego è necessario rispondere motivando l’operato adottato.

noi fino ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna motivazione per iscritto.

la legge, però, prevede  la possibilità nelle ipotesi di mancato rispetto della stessa di poter adire le autorità competenti e procedere per la tutela dei propri diritti.

spero che domani sia il mio giorno fortunato e finalmente, quando per l’ennesima volta mi recherò alla casa comunale per avere risposte, nelle mie mani potrò avere questi famosi certificati e poter comunicare a tutti  e soprattutto a chi a noi si è rivolto per  avere delle risposte

risposte che siano o la consegna della documentazione richiesta o la motivazione per la non consegna della stessa, non certo l’ipocrita indignazione da parte di chi deve rispondere in quanto amministratore, o quella ancor più becera di chi durante la campagna elettorale per le recenti amministrative a tramutola ci ha accusati che comunicare ai cittadini la presentazione stessa di questa richiesta tanto tempo fa era stato un colpo basso all’amministrazione!!!…ci chiediamo quali colpi bassi si possano mai infierire con la verità e soprattutto quali colpi bassi si possano infierire a chi moralmente è tanto in basso da non sentire l’esigenza di ottemperare alle leggi vigenti del nostro stato!!!

noi vogliamo delle risposte e se domani non ne avremo agiremo di conseguenza, recandoci presso le autorità competenti per chiedere il rispetto della legge!!!

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

ancora a tramutola

Giovedi  2 giugno su questo blog ho pubblicato delle foto, alcune delle quali riportavano l’erba altissima in alcune zone del paese, se volete altre ce ne sono ancora, di tutti gli angoli del paese ridotto allo stesso modo! La cosa simpatica, venerdi 3 giugno, il giorno dopo, alle 8.oo di mattina mi sono ritrovata gli efficienti operatori ecologici comunali a tagliare l’erba sotto il muretto di casa mia e sul margine della strada che costeggia la zona dove abito!

Efficienza del nuovo consiglio comunale?

Stamani invece, affissi sui muri , gli avvisi per i cittadini proprietari di terreni verdi nel paese, con i quali si invitano gli stessi a tenerli puliti, previa ammenda da E 25,oo a E 5oo,oo  per i trasgressori, per mantenere alto il decoro del paese!

Peccato che mancava l’ammenda per l’amministrazione che non pulisce gli spazi verdi comunali!!

Efficienza del nuovo consiglio anche questo avviso?

Non credo! Più che parlare di efficienza,parlerei di un costante interesse verso questo movimento, di una costante lettura sulle cose pubblicate su questo blog..

Mi compiaccio, vedo che vengono accolte le mancanze che questo movimento evidenzia.. non è la prima volta,infatti, che vediamo dei risultati ,in passato li abbiamo visti per la pubblicazione delle date dei consigli comunali (abitudine caduta in disuso), per gli aggiornamenti del sito del comune, etc. etc.

Complimenti  al nuovo consiglio comunale per l’efficienza!!

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana-movimento no oil

Pubblicato in Blog

a Tramutola..

028.JPGimmagine-165.jpgimmagine-093.jpgimmagine-034.jpghpim1584.JPG3132.JPG306.JPG087.JPG070.JPG055.JPG054.JPG026.JPG019.JPG013.JPG 

auguro a nome mio e di questo movimento un buon lavoro al nuovo consiglio comunale appena insidiato al comune di Tramutola (costituito da qualcuno che era già presente in quello precedente e da qualche volto nuovo)..amministrazione votata quasi all’unanimità, segno che il lavoro fatto è stato un ottimo lavoro!

il mio augurio è che per i prossimi cinque anni  Tramutola non sia più  in questo stato, le foto  si riferiscono all’ultimo quinquennio..

buon lavoro a tutti!

marica la salvia coordinatrice cittadina di comunità lucana – movimento no oil

Pubblicato in Blog

apriamo la democrazia a tramutola

l’incontro con i cittadini ieri sera a Tramutola in piazza, è stato fatto, nonostante un tappo umano bloccasse l’accesso alla piazza stessa, nel tentativo di intimorire chi si avvicinava troppo!! questa è la democrazia a Tramutola!
vi aspetto e vi aspettiamo questa sera alle 21.30 in p.zza del popolo per la chiusura della campagna elettorale! APRIAMO LA DEMOCRAZIA A TRAMUTOLA

Pubblicato in Blog