INIZIATIVE CARNEVALE, AUTILIO: VALORE CULTURALE E TURISTICO
 
23/02/2009 15.34.01
[Basilicata]

(AGR) – “Il Pil del turismo culturale sul totale del Pil dell’economia turistica italiana pesa il 33%, con un valore pari a 54 miliardi di euro. E’ sufficiente questo dato a testimoniare come anche le manifestazioni popolari dedicate al Carnevale che si svolgono tra oggi e domani in tanti centri regionali, tra i quali Tricarico, San Mauro Forte, Satriano e Trecchina, ma anche in centri del Pollino ed altri, hanno la duplice valenza di rafforzare l’identità culturale e di richiamo turistico”. E’ quanto sostiene l’assessore regionale alla Formazione-Lavoro-Cultura Antonio Autilio annunciando che il turismo culturale sarà il tema centrale della Conferenza Nazionale degli Assessori Regionali alla Cultura e al Turismo in programma il 27 e il 28 febbraio prossimi a Torino. La prima giornata di lavori sarà presieduta da Autilio che ha l’incarico di coordinatore degli assessori regionali alla Cultura. “Anche le iniziative del Carnevale dunque – aggiunge Autilio – contribuiscono all’obiettivo di promuovere un’immagine nuova, distintiva ed unitaria della Basilicata in grado di attrarre adeguati flussi turistici nell’intero territorio nonché di contribuire concretamente alla qualificazione professionale degli operatori nel settore ed alla crescita della capacità imprenditoriale di specie e riscoprire le tante peculiarità culturali disseminate in ogni realtà comunale del nostro territorio e conseguentemente di porle in rilievo. La Basilicata – aggiunge – può sviluppare un vantaggio competitivo sostenibile nei settori legati alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale. Questo tema assume maggiore importanza se si pensa che possediamo un ampio patrimonio culturale con le eccellenze dei Sassi di Matera, Patrimonio Unesco, e presto ci auguriamo dei Laghi di Monticchio, di castelli, chiese e Parchi Archeologici. Se a tutto ciò aggiungiamo le manifestazioni popolari ed etnico-culturali abbiamo ancora una maggiore potenzialità tutta da valorizzare. La cultura pertanto può rappresentare – a parere di Autilio – una valida risposta alla crisi del turismo tanto più che la tendenza di ridurre i giorni di vacanza degli italiani ci può premiare come destinazione di prossimità per i turisti delle regioni vicine in cerca di eventi e manifestazioni autenticamente popolari”.

——————————————————————————-

w il carnevale, insomma, la festa del mascheramento…quello di una giunta che ha messo la maschera ed improvisamente, come nulla fosse stato, torna a far parlare di sè…purtroppo…autilio parla di percentuali del turismo culturale italiano al 33%, ma dimentica quanto invece trapelato sul turismo lucano e sugli investimenti per favorirlo…qui si spende di più e si attira di meno e questi sono fatti, assessore, come da rapporto unioncamere del 13 febbraio 2009 che cito testualmente…

In Basilicata, nell’ultimo decennio, Regione ed Enti locali hanno speso mediamente 11,84 Euro per presenza turistica: un valore quasi doppio rispetto alla media meridionale (6,91 Euro) e ancor più elevato rispetto a quella nazionale (4,26 Euro)…Un Euro di spesa pubblica ha infatti determinato una crescita di 63 centesimi del valore aggiunto del settore, in media all’anno, contro i 73 centesimi del Mezzogiorno ed i 93 dell’Italia. L’ammontare medio degli investimenti realizzati nel settore per ogni Euro di spesa è stato di 2,96 Euro, contro i 3,74 del Mezzogiorno e i 4,87 dell’Italia…

La relativamente bassa diffusione di consumi turistici nella regione spiega il non elevato contributo del turismo alla produzione di ricchezza regionale: soltanto il 3,3% del Prodotto Interno Lordo della Basilicata è ascrivibile, infatti, alle attività turistiche, contro una media meridionale del 5,0% e nazionale del 5,1%.

ora se la matematica non è un’opinione, in questa regione i “fatti” turistici stanno a zero ed avanzano invece le “chiacchiere”…il turismo culturale di cui lei parla da queste parti è cosa di fatto sconosciuta, anche grazie a certi assessori con delega alla cultura che proprio di cultura non ne fanno (ed infatti preferiscono gestire la formazione)…non capiamo cosa ci vada a fare a torino, a parlare di cultura e turismo o a fare una gitarella di piacere? chissà cosa direbbero i suoi colleghi di certi operati spensierati di via anzio, anche perchè questa giunta si è distinta soprattutto per l’erosione del territorio in favore di alcuni progetti imprenditoriali autorizzati con delibere di giunta che portano tutte la sua firma, insieme a quella del resto del carrozzone…comunque se i dati unioncamere le fossero sconosciuti le forniamo il link  www.bas.camcom.it 

Pubblicato in Blog

annunci

dal momento della sua nascita, nel novembre del 2007, il comitato no oil lucania ha lanciato il sasso della “situazione petrolio” in basilicata, facendo finalmente discutere una regione ed oltre di quanto avveniva in un silenzio che si era fatto assordante, ed a cominciare proprio a partire dalla nostra attività di continua denuncia e costruzione di senso critico, non ha mai mancato di mostrare la mano che oggi mostriamo ancor più chiaramente, per dovere democratico all’assunzione delle proprie responsabilità

alle prossime elezioni amministrative provinciali di potenza, il comitato no oil lucania sarà presente con una propria lista, comunità lucana, con candidato presidente il sottoscritto michele “miko” somma ed una lista di candidati consiglieri espressione non solo del territorio, ma dell’internità al movimento che da noi ha tratto origine e che, seppur in forma variegata, è ormai diventato un patrimonio politico, civile e democratico di questa regione

seguiranno comunicazioni in merito alle elezioni comunali, a partire da quelle a potenza, dove sin da ora confermo la presenza di una lista indipendente del comitato, pur non avendo ancora sciolto personalmente la riserva sulla mia candidatura a sindaco

non possiamo più delegare ad alcuno il nostro futuro!!! 

Pubblicato in Blog

SANREMO. DE FILIPPO: VITTORIA ARISA INORGOGLISCE LUCANI
 
21/02/2009 10.41.41
[Basilicata]

(AGR) – Complimenti del Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, a Rosalba Pippa (Arisa), la giovane cantante che si è affermata a Sanremo nelle Nuove Proposte duettando con Lelio Luttazzi.
La vittoria di un talento lucano su un palcoscenico così prestigioso – ha detto il Presidente – non può che far scattare in tutti noi un pizzico di orgoglio, sapendo che Arisa si è formata con quei robusti valori di naturalità, semplicità, determinazione e…”Sincerità” che una terra come la Basilicata sa custodire e trasmettere alle nuove generazioni.
La vittoria di Arisa – ha concluso De Filippo – coincide casualmente, nella cornice del Festival, anche con il lancio nazionale dello spot “Basilicata. Bella scoperta” che è un ingegnoso invito a svincolare il patrimonio di ricchezze naturali e di talenti umani per farlo fruire oltre i confini regionali. Questa è la Basilicata, vitale e di grande interesse.

——————————————————————————-

che vogliamo dire…il santarcopolese non perde occasione per dire che la “sua ” basilicata va forte…peccato che vanno forte pure i petrolieri, faccendieri, seppellitori di rifiuti tossici, spacciatori di finta bio-massa, riciclatori di olii usati, oligopolisti delle acque pubbliche, piromani a certificato verde-bianco di monnezza, cacciatori dell’affare a tutti icosti, monitorizzatori dell’ambiente, eolizzatori in attesa della fine della moratoria, ambientalisti collaterali, assessori stolti, politici eterni e poi ancora bugiardi, infami, ladri e sporcaccioni di varia natura che il vostro “modus” operandi di bassa clientela attira come mosche sulla merda…questa è anche la basiicata, una terra di saccheggio!!!

Pubblicato in Blog

AUTILIO: PRONTI A COGLIERE “L’EFFETTO ARISA”
 
22/02/2009 13.02.05
[Basilicata]
                                                                                                                         

(AGR) – “Cogliere l’ “effetto Arisa” per scommettere in Basilicata nello spettacolo con un doppio obiettivo: formare e qualificare (certamente non solo cantanti ma attori, musicisti, cabarettisti, tecnici palcoscenico-luci-audio, registi, programmisti, ecc.) perché lo spettacolo è lavoro; rafforzare le produzioni “made in Lucania” con “palcoscenico naturale” il nostro patrimonio artistico-monumentale anche per attrarre nuovi flussi di turisti”. A sostenerlo è l’assessore regionale alla Formazione Lavoro-Cultura Antonio Autilio che già ieri ha annunciato un avviso pubblico per individuare una Scuola-Laboratorio che proprio come quella del maestro Mogol (a cui ha partecipato Arisa) si occupi di stages formativi per una cinquantina di giovani lucani.
“Intanto – riferisce l’assessore – la musica dal vivo piace sempre di più in Basilicata: nel 2007 gli spettacoli sono aumentati del 18,4% rispetto al 2006, i biglietti del 13,8% e la spesa al botteghino del 45,5%. In dettaglio, in Basilicata nel 2007 gli spettacoli sono stati 122 (nel 2006 erano 103) con 30.778 paganti (nel 2006 erano 27.043) per un giro di incassi di 394.995,80 euro (nel 2006 erano 271.501,40). Sempre su dati Siae, le imprese iscritte regolarmente alle Camere di Commercio di Potenza e di Matera, al primo trimestre 2008, sono 98, di cui 57 a Potenza; quelle che si riferiscono effettivamente a produzioni e servizi sono meno della metà. Il Dipartimento Formazione-Lavoro – evidenzia Autilio – ha maturato la scorsa estate un’esperienza rilevante considerata tra le più interessanti nel settore dello spettacolo e “studiata” dal’Osservatorio Nazionale dello Spettacolo voluto dalle Regioni e dal Ministero Beni Culturali. La presentazione a Venezia nell’ambito delle manifestazioni del Cinema del documentario “Vultour. Itinerari tematici nel Vulture Alto-Bradano” e gli oltre 136 mila spettatori alle manifestazioni e agli eventi del cartellone realizzato in attuazione del Progetto Culture in Loco, che intendiamo riproporre nel 2009 con alcune variazioni, sono i risultati sicuramente più soddisfacenti proprio di quella “scommessa” che abbiamo voluto raccogliere.
Alcuni casi vanno citati in proposito:
1) i ragazzi che sono stati formati nell’ambito del progetto “La spada e l’onore” gestito da “Sintesi” a Brindisi di Montagna, sono stati coinvolti come professionisti e quindi retribuiti in altri progetti di “Culture in loco” : “L’Infanzia di un re” a Lagopesole e “Acheruntia” ad Acerenza;
2) i ragazzi formati a Rionero in Vulture nell’ambito del “Festival delle Arti” come musicisti, sono stati coinvolti come professionisti e quindi retribuiti nell’ambito del progetto di “Culture in loco” a Orsoleo – Santarcangelo in “la Madonna di Orsoleo e i colori dell’Eden”;
3) i ragazzi formati nell’ambito del Progetto ” Itinerari in perfetta letizia” a Ripacandida sono stati coinvolti come danzatori e organizzatori di eventi, con adeguato compenso, in ” Voultur” a Banzi; e hanno portato come professionisti l’iniziativa a Napoli presso la Fiera del mediterraneo, e hanno organizzato un altro evento a Lagopesole “Federico II e l’astronomia”;
4) alcune società lucane costituite con fondi regionali del Programma “Spin off” sono state coinvolte e alcuni professionisti utilizzati per dare il loro apporto.
Inoltre, le 5 società e associazioni costituite a seguito della formazione stanno collaborando come professionisti, curano le rassegne e hanno ottenuto dei contratti (vedi il caso della Oxford) per riproporre l’evento. Altri ragazzi formati come attori hanno ottenuto contratti di lavoro (vedi ragazzi formati con Ermes teatro Laboratorio, vedi ragazzi formati su Carafa con Escla).
Questi risultati – afferma l’assessore Autilio – mi hanno fatto commentare che il ricco cartellone di Culture in Loco nella stagione estiva 2008 è stato un valido strumento per rafforzare la promozione della filiera turistico-culturale lucana e attrarre visitatori nella “bella scoperta”. Peccato – conclude l’assessore – che non abbia avuto l’opportunità di parlare anche di questo alla Bit di Milano e spiegare le motivazioni dei 136 mila spettatori ai nostri eventi culturali estivi”.

——————————————————————————

commento costui…complimenti a questa arisa che non conosco (spiacente ma non seguo sanremo ed i miei gusti musicali sono altrove), ma comunque complimenti perchè ha vinto lei, mica i politici che da due giorni stanno invadendo l’etere di comunicati stampa quasi fossero stati loro sul palco a sorreggere questa ragazza ed a suggerirle parole e musica…quindi, tornandoi ad autilio, seuna cantante lucana vince sanremo, investiamo in musica e spettacolo…e se a vincere in formula 1 fosse un pilota lucano, che facciamo investiamo su un autodromo?…e se vince le olimpiadi un nuotatore lucano, investiamo sulle piscine, magari su una grande piscina da lavello a metaponto?…tranne poi doverla incrociare con un altra da matera a lauria?…e se fosse uno scacchista lucano a vincere il campionato del mondo, che facciamo, costruiamo enormi scacchiere in cemento armato in tutta la regione perchè tutti imparino il gioco degli scacchi, magari in costume d’epoca che fa pure turismo?…mi chiedo, ma se un ambientalista lucano dovesse vincere un premio importante, che so un nobel o un premio unesco, ce lo farebbero il regalo di smetterla di mangiarsi il territorio di questa regione con i loro progetti senza senso?…ho qualche dubbio!!!

ma caro autilio, come può lamentarsi, seppur silenziosamente ed in coda di comunicato, poi che non l’abbiano fatta parlare alla bit a milano dei fantastici numeri dello spettacolo in basilicata…lei non ha i capelli e neppure quel fisico statuario, tipo s-bronzo di riace, che può compensare simile mancanza, ed in certi ambienti cool di galleria (cito da un precedente lancio che potete recuperare facilmente su basilicatanet), a certe cose ci tengono…lei evidentemente non è abbastanza trendy per milano…de filippo invece paga è quindi è trendy, quarendy e magari pure cinquendy

e sul resto del comunicato dovrei dire troppe cose scomode, magari anche cattive…troppe!!!

Pubblicato in Blog

TOTARO: REINSEDIATO IN FUNZIONI COMMISSARIO PARCO VAL D’AGRI
 
21/02/2009 13.01.49
[Basilicata]
“In data 20.02.2009 mi è stata anticipata via fax dal Ministero dell’Ambiente Direzione Generale per la Protezione della Natura l’ordinanza n.783/09 del 10 febbraio con la quale il Consiglio di Stato ha accolto l’appello del Ministero nei confronti dell’Ordinanza cautelare del TAR Basilicata n.417/2008, con la nota di accompagnamento con la quale mi si comunica che “conformemente al parere già espresso dall’Avvocatura Generale dello Stato la S.V è reinsediata nelle sue funzioni fino al 2 maggio 2009”. Lo afferma in una nota Domenico Totaro, Commissario straordinario Ente Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – Val D’Agri Lagonegrese, che aggiunge:
“Desidero pertanto sottolineare la mia volontà di mettere a disposizione, intanto che il Ministero riavvii le pratiche per il compimento dell’intesa per la nomina del Presidente con la Regione Basilicata, che auspico sia raggiunta al più presto, il mio impegno per affrontare i nodi urgenti legati alle problematiche del parco, sulle quali già nei mesi scorsi avevo iniziato ad operare.
Lo sviluppo corretto dell’area parco, la tutela delle sue peculiarità ed un proficuo rapporto con gli enti territoriali saranno le questioni alle quali mi dedicherò in via prioritaria”.

——————————————————————————–

e mentre de filippo ce la mette tutta per convincere il mondo turistico delle bellezze della basilicata (che si sono, tantissime, ma che è proprio la sua dissennata politica concessoria a mettere in serio pericolo!!!), totaro si reinsedia come commissario del parco alla faccia dei ricorsi di qualche imbecille che prima ha fatto trascorrere anni senza proporre quella lista di nomi da proporre che la legge 394/91 imponeva si presentasse per evitare il commissariamento, e certo non si reinsedia per fare un parco nazionale, piuttosto per fare il parco dell’energia con l’aiuto dell’eni per il tramite della fondazione mattei e di qualche collateralità che non si faticherà a trovare tra i tanti servi sciocchi di cui la politica si serve…ma sul fatto che il parco non dovrà partire mai, ormai tutti sappiamo che de filippo e la sua giunta sono d’accordo!!!…lì si estrae petrolio!!! 

Pubblicato in Blog

palle ed ancora palle!!!

copincolon dalle notizie di ieri:

DE FILIPPO ALLA BIT: BASILICATA TERRA TRANQUILLA E SICURA

 
21/02/2009 13.56.36
[Turismo]
                                                                                                                         

“Sì, la Basilicata è davvero una meravigliosa scoperta”. I complimenti di Raffaele Jannucci, il direttore di Plain air, prestigiosa rivista di settore suggellano l’efficacia della campagna di comunicazione per il turismo lucano lanciata alla Bit di Milano, in corso in questi giorni. “E’ la prima volta – sottolinea con entusiasmo l’esperto giornalista – che è la bellezza dei territori e non le aride cifre a presentare la realtà di una regione dalle risorse paesaggistiche insospettate”.
La quinta che chiude la sala della conferenza stampa, nell’austero ed elegante stand della Regiona Basilicata, organizzato e gestito dall’Apt, è rappresentato da due vele, che rilanciano l’immagine del nuovo logo “B Basilicata bella scoperta” che è il claim della campagna di global design, affidata a un’ati composta da Ck associati e Polysis: una Basilicata pronta a spiccare il volo. E così le due vele nel padiglione si arricchiscono delle splendide immagini della “Basilicata vista dal cielo”, l’aeroreportage opera di Guido Alberto Rossi, pubblicato dalla Mondadori e presentato nei giorni scorsi nell’hotel più cool della Galleria del Duomo, il cuore della città della moda e dello stile.
Ha facile gioco, quindi il presidente Vito De Filippo, “da provvisorio padrone di casa” insieme ai “colleghi delle Province di Potenza, l’assessore Vitucci, e di Matera, il presidente Nigro” a invitare i tanti giornalisti che affollano la conferenza stampa, a venire a verificare di persona che la Basilicata è veramente una bella scoperta, un patrimonio di sapori, tradizioni, suggestioni fortissimo, uno scrigno nascosto fatto di tanti piccoli gioielli. “Una regione – sottolinea De Filippo – che ha differenza dei territori confinanti del Mezzogiorno ha un indiscusso vantaggio competitivo: la tranquillità, la sicurezza”.
“Il piano turistico regionale – spiega il presidente De Filippo – non è stato ancora letto nella sua completezza: perché in realtà è stato costruito riconoscendo l’esistenza odierna di alcuni innegabili magneti ma proprio per puntare a valorizzare i segreti nascosti e poco noti che rendono unica e molteplice la nostra terra. Non è quindi un piano delle 4M, come frettolosamente scritto, ma un progetto per la Basilicata dei turismi”.
E in effetti, dalla presenza alla Bit di decine di operatori, è evidente come si vada ampliando il ventaglio di proposte turistiche in Basilicata. Oltre alle tradizionali mete, Matera, Maratea, il Parco del Pollino, Metaponto, Melfi e il Vulture Melfese, i grandi attrattori estivi, la pubblicazione dell’APT, Anteprime 2009 alla scoperta di luoghi e suggestioni, di tradizioni ed eventi, da Tursi a Ripacandida di una Basilicata sempre più accattivante.
I principali appuntamenti, scanditi da un ormai consolidato calendario si accompagnano quest’anno in una pubblicazione più articolata ad un viaggio attraverso i luoghi del gusto, dell’arte e della musica, della Basilicata turistica .
E di questa maggiore attrattività della Regione alla Borsa ha dato immediato riscontro l’aumento della richiesta di incontri con gli operatori da parte dei buyer francesi e tedeschi: un crescente interesse della domanda internazionale è un immediato indice di successo.
Nel corso della conferenza stampa è stato presentato lo spot pubblicitario ideato dalla Ck associati nell’ambito della campagna “Basilcata bella scoperta”, girato con la casa di produzione Les Enfants e interpretato dal trio “La ricotta”, che sta attraversando un momento di grande popolarità nazionale grazie alla partecipazione fortunata a Zelig. Lo spot è stato diffuso nel corso delle dirette Rai per il Festival di Sanremo.

——————————————————————————-

pubblico per intero e senza commenti…chi si riconosce in questa terra declamata da de filippo?…si sa che la publicità non ammette mezze verità, la le palle invece le ammette tutte, eccome se le ammette tutte!!!

Pubblicato in Blog

Zimbabwe: colera,quasi 4 mila morti

(ANSA) – GINEVRA, 20 FEB – Appare inarrestabile l’epidemia di colera in Zimbabwe: 3.759 i decessi accertati, mentre sono saliti a 80.250 i casi di infezione. Secondo i dati resi noti dall’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), il tasso di mortalita’ dell’epidemia scoppiata in agosto e’ alto, al 4,7%. Il colera e’ una malattia curabile, ma nello Zimbabwe il sistema sanitario e’ al collasso e la propagazione della malattia e’ favorita dalla decrepitezza del sistema fognario e delle infrastrutture idriche.

Pubblicato in Blog

domani a gorgoglione

domani alle 16.00 incontro a gorgoglione…e sono già iniziate minacce e ripercussioni sui nostri aderenti locali che invitiamo a tenere duro da ora e per sempre…la nostra basilicata è una terra strana e le baronie sono dure a morire, travestendosi a volte di quella legittimità al lavoro che molti usano per legittimare invece altro…temiano provocazioni per l’incontro e per il suo normale svolgimento ed allo scopo chiediamo da ora sul blog e più tardi in comunicazioni alla questura di potenze ed a quella di matera l’invio di agenti per preventivamente “calmare i bollenti spiriti” di chi scambia la democrazia per un fatto puramente formale che non deve interferire con “certi affari” ed in “certe zone”…noi saremo regolarmente a gorgoglione per dire la nostra, lasciando lo spazio del dibattito a chiunque senta di voler dire altro ed avere anche ragioni da opporre alle nostre argomentazioni…della vera democrazia non c’è da temere nulla!!!

Pubblicato in Blog

l’anuro retorico

copincolon

RESTAINO SU SITUAZIONE PARTITO DEMOCRATICO
Le dichiarazioni del capogruppo regionale del Pd, Erminio Restaino…
20/02/2009 13.23.13
[Basilicata]
                                                                                                                         

(ACR) – “La nuova fase che si appresta a vivere il Partito democratico dovrà essere un’occasione per capitalizzare la dote di idee e di partecipazione finora acquisita con il nuovo progetto politico nato dalle primarie del 2007 e, al contempo, spingere sull’acceleratore della coesione della classe dirigente e sulla omogeneità di un progetto politico solidale e meno rarefatto. Questo vale tanto per l’Italia, quanto per la Basilicata….Ora è il momento di confermare, nel Paese, che il Pd è vera alternativa a un modello di governo del centrodestra che di fatto stenta a costruire una via d’uscita da una crisi economica e produttiva che ci attanaglia da mesi. Rispetto alla Basilicata, il Pd dovrà continuare a farsi garante di un centrosinistra che finora ha guidato egregiamente una regione complessa sotto tanti punti di vista: una sfida difficile, non c’è dubbio, che va perfezionata in una coalizione responsabilmente matura ad affrontare le sfide che ancora ci attendono. Non deve sfuggire a nessuno che il Partito democratico, già nei suoi prodromi, ha guidato i modelli di governo migliori che negli anni hanno costruito processi di cambiamento e di crescita importanti in Italia. La Basilicata è tra questi e ne è stata anche un validissimo laboratorio, che continua a esprimere una classe dirigente capace di interpretare le complessità del momento. Il Pd, pertanto, anche in vista delle prossime elezioni, ha bisogno di un progetto solidale al suo interno che confermi la sua naturale vocazione….L’auspicio è che dalla contrapposizione fisiologica all’interno del partito, ad ogni livello, si esca più forti ed uniti di prima. Ce lo chiede il popolo delle primarie, ce lo chiede quella parte del Paese che continua a credere a un modello di politica sano e alternativo a quello del centrodestra”.

——————————————————————————-

chi mai sarà lo spacciatore di retorica che rifornisce restaino di tanta assurda convinzione di aver ben operato?…a ciò che noi sappiamo la classe dirigente che finora ha guidato questa regione è fatta da tutti quei personaggi spesso ambigui che abbiamo imparato a considerare come il perno intorno a cui ruotano certi progetti di trasformazione “energetico-territoriale” che porteranno questa regione a diventare una damigiana senza vuoto a rendere…ah, le benedette elezioni….tutti diventano più buoni, tutti sono degli “amiconi”, tutti si fanno in quattro per il bene comune dal nostro presidente s. filippo de vito al nostro assessore all’abbienza s. vincenzo scaricato…va tutto bene, va tutto bene!!!…ed intanto firmano e firmano e firmano…

 

                                                                                                                         

Pubblicato in Blog

la-russa.jpg

Sicurezza; La Russa: Ronde meglio in ddl, con ex carabinieri

Cracovia (Polonia), 19 feb. (Apcom) – Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, è favorevole a introdurre un provvedimento sulle ‘ronde’ nel disegno di legge sulla sicurezza, piuttosto che nel decreto legge che dovrebbe essere varato domani in Consiglio dei ministri. Ma se così dovesse accadere, non si opporrà, seppure ad alcune condizioni: che emerga chiaramente l’esclusiva azione di allerta, che ci sia l’autorizzazione non solo del sindaco ma anche del prefetto. Per La Russa, inoltre, dovrebbero far parte delle ‘ronde’ non solo associazioni di cittadini ma anche ex appartenenti a forze di polizia e carabinieri.

Tutti gli appartenenti alle ‘ronde’, ha spiegato il ministro durante il viaggio di trasferimento a Cracovia, dove partecipa al vertice informale dei ministri della Difesa della Nato, dovranno avere determinati requisiti ed essere, ad esempio, incensurati e in età di voto per il Senato.

—————————————————————————————————————————-

pericolo!!!…siamo alla più pura follia anti-democratica…la sicurezza pubblica è compito che la costituzione e le leggi delegano solo alle autorità di pubblica sicurezza e sempre sotto il controllo della magistratura…già l’esercito rappresenta una forzatura del dettato costituzionale, tollerabile però in particolari situazioni di emergenza, ma che dei privati cittadini si trasformino in giustizieri o in guardiani della morale è cosa che attiene molto più al modello etico iraniano che alla nostra democrazia occidentale…costoro stanno distruggendo lo stato pezzo per pezzo ed anche questa volta non fanno sconti…ovviamente se non ci sarà il voto di fiducia, il pd si asterrà!!!

Pubblicato in Blog

Omicidio Politkovskaia: tutti assolti

19 Febbraio 2009 – E’ un verdetto che farà discutere e che lascia alquanto perplessi. Il delitto della giornalista Anna Politkovskaia resta senza colpevoli e anche senza mandanti. Dopo circa tre ore di camera di consiglio la giuria del tribunale di Mosca ha infatti ritenuto di assolvere i quattro imputati per l’omicidio. 

-————————————————————————————————————————–

beh, questa è la giustizia nel paese di putin, il presidente che ora è primo ministro (con il pupazzo medvedev al suo posto) e forse poi sarà ancora presidente, l’amico più intimo insieme a george w. bush del berluska….sarà così anche da noi?…se la buongiorno si vede dal ghidini, alfano direi che ci stiamo quasi per arrivarci 

Pubblicato in Blog

BRUXELLES, 12.49
Lombardia e e Bolzano le zone piu’ ricche d’Italia
19/02/2009 12.49.00
[Italia/mondo]

(ANSA) – BRUXELLES, 19 FEB – Lombardia e provincia autonoma di Bolzano restano le zone piu’ ricche d’Italia, piu’ povere si confermano Campania, Sicilia e Calabria. E’ quanto si legge nel rapporto di Eurostat, che ha reso noto i dati del 2006 sul pil per abitante espresso in standard di potere d’acquisto di 271 regioni Ue. I dati, che non si discostano molto da quelli resi noti lo scorso anno per il 2005, continuano a indicare Londra la regione piu’ ricca dell’Unione. Il nord-est della Romania la piu’ povera. La capitale britannica registra un pil per abitante pari al 336% (considerando 100 la media Ue-27), il nord-est della Romania il 25%. Con Londra, in testa alla classifica restano il Lussemburgo (267%) e Bruxelles capitale (233%). Tra le 41 regioni europee che superano invece il 125%, oltre a Bolzano (135,5%) e alla Lombardia (135,1%) che pure perdono un 1% circa rispetto al 2005, c’e’ anche l’Emilia Romagna (126,6%). Resta fuori invece il Lazio che passa dal 127% del 2005 al 123,2% del 2006. Tra le regioni sotto il 75% della media Ue, agli ultimi posti restano le regioni bulgare e romene. In Italia la piu’ povera, la Campania, e’ al 66,1%, seguita da Sicilia (66,9%), Calabria (67%) e Puglia (67,4%). In Italia il pil-procapite e’ pari al 103,5% (era al 104,8 nel 2005), ma sale al 126% nel Nord-Ovest e a 123,4% nel Nord-Est; nel Centro e’ al 115,4% e nel Sud e isole scende al 68,9%.

——————————————————————————–

e dove sarà mai la basilicata del miracolo petrolifero?…ecco una buona occasione per andarlo a cercare…ma stiamo messi male!!!

Pubblicato in Blog