Sisma in Abruzzo: le vittime sono 228, aperta un’inchiesta

17.25 Aperta un’inchiesta: per ora nessun indagato – Un’inchiesta è stata avviata dalla procura dell’Aquila per accertare eventuali responsabilità per i crolli seguiti al terremoto e che sinora hanno causato la morte di 207 persone (cifra poi putroppo aggiornata, ndr). L’ipotesi di reato sarebbe disastro colposo; per ora non ci sono indagati. Si tratta, dunque, di un fascicolo a carico di ignoti. “Se dovessero emergere responsabilità andremo avanti”, ha detto il procuratore Alfredo Rossini.

19.15 – Maroni: medaglia d’oro al vigile del fuoco - Il ministro dell’Interno ha attivato la procedura per il conferimento della medaglia d’oro al merito civile al caposquadra dei vigili del fuoco Marco Cavagna, morto ieri sera nello svolgimento delle operazioni di soccorso alle popolazioni terremotate dell’Aquila, quale “riconoscimento per l’estremo spirito di abnegazione dimostrato nell’adempimento del proprio dovere”.

19.25 – Sono 228 le vittime del terremoto – I cadaveri sono allineate nell’hangar della scuola sottufficiali della Guardia di Finanza dove è stato allestito l’obitorio. Quindici morti non sono stati ancora identificati. Il bilancio, secondo fonti ospedaliere, è destinato ad aumentare.

—————————————————————————————————————————-

atto dovuto quello del procuratore rossini che apre la strada alle indagini che dovranno chiarire, si spera, come mai sono crollate o sono state rese inagibili abitazioni e strutture relativamente moderne come la casa dello studente e l’ospedale cittadino, oltre alla prefettura che pur essendo il luogo da cui dover coordinare soccorsi ed ordine pubblico è stata distrutta…la scossa non è stata tanto forte da procurare simili danni…ma qualcuno dovrebbe pur rispondere del perchè uno sciame sismico durato un mese non ha messo in allarme le strutture di protezione civile con la predisposizione di un piano di emergenza

un commosso plauso al vigile del fuoco marco cavagna, che ancora una volta ci ha ricordato quanto i componenti di questo corpo silenzioso lavorino davvero per la protezione civile fino al punto di immolarsi…sono simili esempi che mi fanno ancora sentire parte di una collettività che merita di più perchè sa dare di più…persino la vita!!!

Pubblicato in Blog

TERREMOTO: DA POTENZA IN ABRUZZO 23 CAMION DI MATERIALE

 
07/04/2009 19.13.53
[Basilicata]

(ANSA) – POTENZA, 7 APR – Sono 23 finora gli autocarri carichi di materiale del Ministero dell’Interno prelevato nel deposito di Tito (Potenza) della protezione civile che sono stati inviati all’Aquila: lo ha reso noto la prefettura di Potenza, il cui personale ha curato il trasferimento del materiale anche durante la notte scorsa. Gli autocarri hanno trasportato all’Aquila 690 tende (ciascuna da sei posti), 2.100 posti letto, circa 400 radiatori e 700 sacchi a pelo. Il materiale è destinato alle popolazioni dell’Aquila, di Paganica e di Onna.

——————————————————————————

bene, diamoci da fare!!! 

Pubblicato in Blog

11 aprile il 2° sit-in a villa d’agri e la chiusura della petizione

ecco allora l’appuntamento…11 aprile 2009 a villa d’agri, in p.zza zecchetin dalle ore 10.00 il secondo sit -in in occasione della chiusura della raccolta firme in sostegno della petizione popolare contro le estrazioni petrolifere…un occasione di incontro e di dialogo tra noi e chiunque vorrà intervenire per apportare arricchimento ad un argomento complesso e che necessita di una partecipazione dal basso per cambiare senso a ciò che fu imposto e viene imposto dall’alto…come detto, chiuderemo la raccolta delle firme cartacee (lasciando ancora una settimana per le firme on-line) in quella data…nel volantino c’è davvero tutto, mancate solo voi!!!

p.s. nel link chiusura-petizione-villa-dagri.jpg la locandina scaricabile per una maggiore diffusione a cura di chiunque voglia farlo nella propria comunità

chiusura-petizione-villa-dagri-immagine-piccola.JPG

Pubblicato in Blog

altre richieste di solidarietà concrete

ricevo da antonio forcillo e pubblico:

SOLIDARIETA’ CONCRETA

Il Comitato Popolare per la difesa di Piazza del Popolo chiede al Comune di Bernalda (MT) che la somma stabilita (circa 110.000 euro a mezzo mutuo acceso presso la Cassa Depositi e Prestiti) per manomettere la Piazza sia devoluta ai terremotati della città gemellata de L’Aquila.

Bernalda, 7 aprile 2009

Il Comitato Popolare

Sit-in Piazza del Popolo

Pubblicato in Blog

VERTENZA MAHLE, SOTTOSCRITTO ACCORDO DI BASE
 
07/04/2009 13.29.06
[Basilicata]
(AGR) – L’accordo di base per la reindustrializzazione dello stabilimento ex Mahle di Potenza è stato sottoscritto questa mattina al termine di un incontro presieduto dall’assessore alle Attività produttive Gennaro Straziuso e al quale sono intervenuti, oltre ai componenti della Task Force Occupazione della Regione Basilicata e della ditta Mahle, i rappresentanti del Comune di Potenza, del Consorzio Industriale della Provincia di Potenza, della Confindustria Basilicata e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil.
La sottoscrizione dell’accordo avvia la procedura per la reindustrializzazione del sito inattivo. Un avviso pubblico individuerà, in seguito, l’imprenditore interessato a rilevare l’impianto produttivo.
Si chiude, così, con la mediazione della Regione Basilicata una lunga e, per certi versi, difficile trattativa avviata, nello scorso novembre, tra le organizzazioni sindacali e la società dopo la decisione della Mahle di dismettere lo stabilimento lucano. Una scelta gravosa per il territorio e giustificata solo da esigenze complessive del gruppo Mahle imposte dalla globalizzazione dei mercati.
L’assessore Straziuso e il sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, hanno evidenziato l’importanza strategica della ex Mahle, più conosciuta come Mondial Piston, azienda storica della industrializzazione del capoluogo. Il rimpianto nasce dalla considerazione che la capacità produttiva del sito potentino, dove sono impiegati 106 lavoratori, risulta in assoluto a livello qualitativo-quantitativo la migliore dell’intero gruppo Mahle.
Straziuso ha assicurato che le intere forze locali, politiche e sociali, sono impegnate ad assicurare una nuova fase produttiva dello stabilimento, salvando la base occupazionale.
In parallelo, la Regione Basilicata sta promuovendo incontri diretti tra la Mahle e la Taihe di Hong Kong per verificare una possibile e più rapida soluzione della crisi aziendale.

——————————————————————————–

comninuano le prese in giro dei lavoratori e dei cittadini lucani…ma come, dalla regione e dal comune di potenza prima fanno fuoco e fiamme sulla mahle per una chiusura giudicata arbitraria e dettata da sole logiche di massimizzazione dei profitti e minimizzazione dei costi e poi se ne vengono fuori con esigenze complessive del gruppo imposte dalla globalizzazione?…ridicolo!!!…ed ancora si farà pubblico avviso di interesse per un imprenditore e si tratta già con gente di hong kong?…ridicolo!!!…anzi no, ricordando quello che accadde ed accade con i cinesi della sinoro (è ad hong kong fino a prova contraria sono cinesi di nome e di fatto, appartenendo l’ex colonia non più al regno unito, ma alla cina popolare, con metodi ed ideologiwe mercantili scommettiamo assolutamente in linea con le direttive del comitato centrale “degli affari” della cina del turbo-capitalismo), tutto questo supera il ridicolo, e senza andare oltre con i giudizi sulle persone e sui modelli di sviluppo, ricordando il vecchio detto latino, è diabolico…diabolicamente idiota!!!

Pubblicato in Blog

l’anuro ed il parco

ENTE PARCO, RESTAINO (PD): FINE DELLA QUERELLE POLITICA

 

07/04/2009 13.21.57
[Basilicata]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 (ACR) – “Avevamo ragione noi. Le nomine si fanno d’intesa e non con le imposizioni”. E’ il commento del presidente del gruppo consiliare del Partito democratico alla Regione Basilicata, Erminio Restaino, all’indomani della pubblicazione dell’ordinanza con la quale il Consiglio di Stato ha stabilito la nullità della nomina del commissario dell’Ente parco della Val d’Agri fatta dal ministero dell’Ambiente. “Con la sentenza dello scorso 3 aprile il Consiglio di Stato pone fine, di fatto, a una querelle politica apertasi tra il ministero dell’Ambiente e la Regione Basilicata all’indomani della nomina del commissario del Parco. Occorre prendere atto che la strada del dialogo e dell’intesa intrapresa dalla Regione Basilicata era quella corretta. Ora è necessario aprire un tavolo intorno al quale dovranno trovare ospitalità le scelte di merito e di qualità che dovranno ricadere su una guida che intercetti la condivisione e le aspettative degli enti regionali e nazionali e che, soprattutto, si faccia carico di rilanciare con forza i temi della tutela ambientale e delle peculiarità di un’area strategica per la Basilicata e il Mezzogiorno”. ——————————————————————– datevi da fare dunque con la rosa dei nomi (ci sono già molte indiscrezioni a riguardo), ma soprattutto ce lo spiegate come conciliare il parco con i vostri progetti folli di realizzare in zona la valle dell’energia e l’esistenza di decine di pozzi petroliferi e del centro olii di viggiano (che non emette certo vapori di acqua di colonia)?

Pubblicato in Blog

rimborsi depurati…dal rimborso

AL E AATO SULLA QUESTIONE DEPURAZIONE
 
07/04/2009 11.56.02
[Basilicata]
                                                                                                                         

Prosegue l’attività di confronto tra Aato Basilicata ed Acquedotto Lucano sulla questione della depurazione. Nell’incontro tenuto il 31 scorso tra il presidente dell’Aato ed il direttore generale di Acquedotto Lucano, si è condivisa “l’opportunità – riferisce una nota dell’Acquedotto lucano – di aggiornare gli utenti interessati dalla sentenza della Corte Costituzionale, che ha sancito la non applicabilità della tariffa di depurazione laddove questa non sia stata effettuata.
In particolare si prevede che entro due mesi dalla entrata in vigore, il ministro dell’Ambiente, stabilisca con propri decreti i criteri ed i parametri da utilizzare per la restituzione della quota non più dovuta.
Successivamente all’emanazione di tali decreti attuativi – si legge nella nota – l’Aato determinerà l’importo da rimborsare decurtando quanto effettivamente speso dal Gestore.
La stessa norma prevede che il rimborso debba essere effettuato, a partire dal 1 ottobre 2009, nel termine massimo di cinque anni”.

——————————————————————————-

ci sembra abbastanza plausibile, come in molti casi simili, che pur essendo ovvio che se la depurazione non si effettua, questa non debba essere pagata (e che debba essere intervenuta la suprema corte per stabilire ciò che la ragione avrebbe dovuto aplicare in omaggio alla logica) e scontato che i rimborsi vadano effettuati nei tempi lacunosi che il ministero si prenderà per la norma ed il regolamento attuativo, l’aato basilicata caricherà talmente tanto la cifra spesa da rendere praticamente nullo il rimborso…e per di più in cinque anni!!!…attendiamo l’ennesima vergogna, dunque!!!

Pubblicato in Blog

collateralismi energetici

UIL E UILCEM: DOMANI A VIGGIANO CONVEGNO SULL’ENERGIA
 
07/04/2009 11.33.44
[Basilicata]
“Le politiche energetiche regionali: dal petrolio alle fonti rinnovabili” è il titolo di un convegno che la Uil di Basilicata e la Uilcem hanno organizzato per domani a Viggiano presso l’Hotel Lycos.
E’ quanto s’apprende da una nota Uil e Uilcem.
Scopo dell’iniziativa – si legge nella nota – è quello di contribuire al dibattito su come fare dell’energia il volano della nostra economia, mettendola al servizio del nostro sistema produttivo e di tutti i cittadini lucani. L’enorme generosità del nostro sottosuolo in termini di risorse energetiche tradizionali nell’area della Val d’Agri non ha ancora avuto ricadute positive sul territorio sia in termini infrastrutturali, sia in termini di occupazione e ciò malgrado l’accordo di Programma con l’Eni.
Di qui – prosegue la nota – la necessità di rivedere tutte le intese sottoscritte fino ad oggi con le compagnie petrolifere, a partire dalla royalties, collegando questa verifica alla riforma del federalismo fiscale che tante apprensioni sta determinando nelle regioni del Mezzogiorno.
Accanto allo sfruttamento degli idrocarburi – secondo la Uil e la Uilcem – c’è il tema delle fonti energetiche rinnovabili che rappresentano il vero investimento per il futuro perché capaci di conciliare meglio la difesa del nostro patrimonio ambientale con la possibilità di disporre di grandi quantità di energia.
Il convegno, moderato dal segretario provinciale della Uil di Potenza, Carmine Vaccaro, sarà introdotto da una relazione del segretario della Uilcem, Antonio Deoregi. Seguiranno gli interventi del Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, del Presidente della Sel, Rocco Colangelo e del segretario generale della Uil di Basilicata, Michele Delicio.
Concluderà i lavori il segretario nazionale della Uilcem, Marco Lupi.

——————————————————————————–

la uil storicamente non si è mai molto distinta da lontananze reali ai vari governi nazionali e locali ed anche in questa occasione continua a sostenere il governatorato-esarcato di vito de filippo in opere di costruzione del consenso intorno a progetti, la valle dell’energia e questa malintesa vocazione energetica della regione, che prevedono la totale destinazione della val d’agri e di altre zone della regione a finalità altre, quindi produzione energetica, rispetto ai criteri di destinazione già fissati illo tempore dalla regione basilicata per le stesse zone, nello specifico agricoltura di qualità, turismo, valoririzzazione dell’artigianato locale, conservazione del bio-tipo e delle sopravvenienze storico-culturali-monumentali…la cosa grave è che ciò accade nel silenzio generale e nella non consultazione delle popolazioni locali, agitando la bandiera delle energie rinnovabili che, se realizzate in scale massicce, perdono la loro stessa qualifica di energie in grado di mitigare o portare quasi a zero l’impatto produttivo sull’ambiente, divenendo a quel punto il termine rinnovabile solo relativo alla modalità produttiva e non mai all’occupazione di territorio, e quindi all’impatto, che ne deriverebbe…vogliamo scommettere che nel comunicato che seguirà al convegno si agiteranno migliaia di posti di lavoro?  

Pubblicato in Blog

solidarietà concreta

SISMA ABRUZZO, A SATRIANO ATTIVATA RACCOLTA FONDI
 
07/04/2009 09.06.19
[Basilicata]
L’Amministrazione comunale di Satriano di Lucania ha espresso la massima solidarietà alle popolazioni abruzzesi colpite dal devastante sisma di questa mattina e il cordoglio alle famiglie delle vittime.
“Un terremoto di 5,8 gradi della scala Richter avvenuto alle 3,32 con epicentro in Abruzzo, a circa 10 km da L’Aquila – afferma il sindaco Michele Miglionico – fa rivivere in noi il terribile sisma del novembre 1980 quando la Basilicata e l’Irpinia furono messe a dura prova dalla “cattiva” forza della natura.
Nel ricordare quei tristi giorni non possiamo non pensare alla grande solidarietà dell’Italia intera; pertanto l’Amministrazione comunale di Satriano di Lucania con la Banca Sviluppo di Satriano ha attivato un contocorrente per raccolta fondi per le comunità colpite dal sisma. L’iniziativa denominata “Sos Terremoto Abruzzo” vuole concretamente stare vicino a chi in questo momento vive una situazione di estremo dramma.
Una campagna di comunicazione porta a porta, manifesti e locandine nei locali pubblici – dice ancora il sindaco – divulgheranno i codici utili per effettuare la propria donazione.
Inoltre l’Amministrazione Comunale di Satriano, secondo le proprie possibilità, sarà a disposizione per sostenere qualsiasi attività di soccorso”.

——————————————————————————-

tra i tanti messaggi di solidarietà a parole che hanno affollato di inutili comunicati stampa l’etere lucano (ci vien da pensare con solita cattiveria che anche un evento luttuoso come questo può essere occasione di visibilità per partiti e partitini, per segretari e segretariucci in vista della ormai prossima scadenza elettorale), ci è sembrato degno di nota questo del sindaco di satriano, michele miglionico, il sindaco no oil come lo abbiamo scherzosamente ribattezzato per via di ben due secchi no che il suo consiglio comunale ha espresso contro due istanze di ricerca petrolifere nel territorio del suo comune

una raccolta fondi a cui invitiamo ad aderire ci sembra infatti l’unico modo in cui si possa esprimere reale solidarietà per una popolazione tanto duramente colpita – e noi qui ne sappiamo qualcosa! – ma un consiglio a michele miglionico…indirizzare i fondi raccolti verso quelle piccole opere che troppo spesso sono messe in disparte per favorire gli “affari” della ricostruzione – ed anche su questo ben ne sappiamo qualcosa!!!

bravo michele e bravi i satrianesi che aderiranno a quello che è un dovere civico!

Pubblicato in Blog

ricominciamo

dopo la più che doverosa pausa di ieri in omaggio alle vittime di quanto accaduto in abruzzo – e ci sembrava inutile aggiungere altra solidarietà alla tanta che crediamo in modo assolutamente sincero tanti abbiano espresso in molti e forse inutili comunicati stampa vista la necessità di solidarietà concreta e non di parole – riprendiamo la consueta attività di informazione del nostro blog

a questo proposito mi sia consentito di inviare una maledizione a quanti (americani in testa) affollano l’etere internet, le caselle di posta elettronica ed il nostro blog in particolare di messaggi spam per i più svariati motivi, pur restando il commercio illegale di viagra e derivati il contenuto principale di questa spazzatura della rete, subito seguito da link a siti pronografici  e ciarpame simile

che obama possa fare qualcosa in merito?…beh, che lo faccia!!!

i commenti agli articoli del blog restano pertanto in coda di moderazione, in attesa della naturale “pulizia” dallo spamming che precede la pubblicazione degli stessi e che il sottoscritto esegue ormai diverse volte al giorno

Pubblicato in Blog