i radicali con monti…

Bolognetti (Radicali): lettera aperta di Pannella a Monti

07/01/2013 11:21

BAS “Come è noto proveremo nelle prossime ore a garantire la presenza di Liste Amnistia Giustizia Libertà. Saranno, come ha spiegato Marco Pannella, ‘liste di scopo, di unità democratica riformatrice, fra quanti in Italia, e non solo, lottano dando priorità assoluta all’obiettivo dell’uscita immediata, dopo decenni, del nostro paese dalla sua flagranza criminale contro i Diritti Umani e contro lo Stato di Diritto’. Così Maurizio Bolognetti, segretario dei Radicali Lucani. “Pannella, che dalla Mezzanotte di giovedì ha ripreso il suo Satyagraha, ha indirizzato – spiega Bolognetti – una lettera aperta al Presidente Mario Monti, ai membri del Governo e ai Presidenti Fini e Casini. Una lettera nella quale il leader radicale spiega che noi altri, i promotori delle liste di scopo, “chiediamo, esigiamo – qui ed ora – alle elezioni, così come in ogni momento della nostra vita politica e in quella personale, che l’Italia, questa Italia, esca dalla assoluta flagranza criminale nella quale da decenni e decenni insiste, persevera nei confronti delle giurisdizioni europee, internazionali e – in primissimo luogo – della Costituzione italiana”. Una lunga missiva, quella redatta da Pannella, nella quale si sottolinea che il nostro Stato è deplorato “non solo e non tanto” per le sue terrorizzanti carceri, “quanto per il massacro dell’Amministrazione della Giustizia (che è ormai denegata giustizia)”. Noi – ricorda Pannella al Presidente del Consiglio – ci “presentiamo” alle elezioni partitocratiche, antidemocratiche, con una “lista di scopo” che ha quale priorità assoluta quella “di interrompere la flagranza tecnicamente criminale della Repubblica italiana contro la Giurisdizione (costituzionalizzata) europea (della Cedu e non solo), fondata e sviluppata su quella dell’ONU e del suo Sistema”. “Ed è questo – aggiunge il segretario dei Radicali Lucani – l’obiettivo della lista di scopo “Amnistia Giustizia Liberta”: ottenere l’uscita dalla flagranza storica criminale e criminogena del nostro Paese”. Guadagnare “la sola riforma strutturale dello Stato, della giustizia, concepita tanto quanto censurata, vietata, ignorata dal popolo e dalla democrazia italiani”: l’Amnistia, Amnistia per una Repubblica criminale. Pannella riferendosi alla imminente tornata elettorale, se possibile ancora più antidemocratica delle precedenti, spiega che come Radicali abbiamo rinunciato a “presentarci” in quanto tali. E preannuncia una richiesta di ospitalità innanzitutto rivolta alla lista Monti”. “E sempre con Pannella ricordo – conclude Bolognetti – che “ufficialmente la Conferenza Episcopale Italiana si è pronunciata per lo scopo dell’amnistia. Le liste “Amnistia Giustizia Libertà” includono, come candidati o espliciti sostegni, molti esponenti cattolici e anche noti e significativi candidati ecclesiastici. Fra essi ci onoriamo di menzionarle il Segretario generale della Cei, vescovo Mariano Crociata, il suo portavoce ufficiale e l’arcivescovo Agostino Superbo, già vicepresidente della Cei per cinque anni, ora Presidente della Conferenza Episcopale della Basilicata”.

——————————————————————————————————————–

evito di commentare, perchè sarebbe sin troppo facile sparare a zero sull’opportunismo di questa scelta, pur nella assoluta condivisione del tema dell’assurdità del nostro sistema carcerario (tranne che per l’argomento amnistia che mi vede molto perplesso)…i radicali a suo tempo si schierarono anche con berluskoni, pur di avere ”spazi” istituzionali, ed alle scorse elezioni nelle fila del pd (la radicale zamparutti qui da noi è stata eletta a più di lista porcellum)…ora si schierano con monti per avere qualche posticino per la loro pattuglietta di eterni eletti che disprezzano la partitocrazia e però praticano partitocrazia…ed evito di aggiungere altro!!!…per il momento…scelta legittima d’altro canto, però permettetemi di dire “che schifo!!!”… 

Pubblicato in Blog