11/03/2014

…e capisco che a molti possa apparire strana la mia battaglia, ma a guardar bene, qualche elemento pur si percepisce…solo che per guardare occorre che gli occhi siano connessi al cervello, non a qualche necessario, ma meno riflessivo organo…

miko somma

Pubblicato in Blog

saldi…

(ANSA) – ROMA, 11 MAR – “Il nuovo Governo ha l’esplicita intenzione, che troverà esplicazione nei documenti di programmazione che ci accingiamo a presentare in Parlamento, di riaprire una nuova stagione di valorizzazione, alienazione, privatizzazione del patrimonio pubblico”. Lo ha detto alla Camera il viceministro all’Economia Enrico Morando.

 

Pubblicato in Blog

renzi, attento alla cgil…

(ANSA) – POTENZA, 11 MAR – Con il Governo ”per adesso non c’è un rapporto perché noi abbiamo avuto delle indiscrezioni attraverso la stampa ma aspettiamo di conoscere i provvedimenti, e auspichiamo che si voglia mettere in campo un confronto con le organizzazioni di rappresentanza sindacale ed economica”. Così il segretario nazionale della Cgil, Serena Sorrentino, a margine del congresso provinciale di Potenza del sindacato

———————————————————————–

e se tutto questo viene detto dal principale sindacato italiano, una organizzazione che raggruppa milioni di iscritti, potete ben capire che dopo le assurde esasperazioni di renzi sul rapporti con i sindacati (“se avremo il sindacato contro, ce ne faremo una ragione“, dichiara infatti da “che sanremo che fa” ovvero dal risciacquato e banale fabio fazio), frasi e gesti proprio non aiutano a trovare dei corretti rapporti tra parti sociali e governo, la sopravvivenza di renzi si fa leggermente più problematica di quanto non lo sia già in parlamento…

Pubblicato in Blog

bocciate a malapena le preferenze…questa legge non convince…

Sì della Camera all’emendamento alla legge elettorale con la formula che trasforma voti in seggi e le soglie di sbarramento. I sì sono stati 315, proprio 101 in meno dei potenziali voti favorevoli. L’emendamento prevede la soglia di sbarramento al 37% per avere il premio di maggioranza, quella del 4,5% di ingresso per i partiti in coalizione, quella dell’8% per i partiti non coalizzati e quella del 12% per le coalizioni. Il premio di maggioranza è fissato al 15%

L’Aula della Camera ha bocciato a voto segreto l’emendamento di Fdi che puntava all’introduzione delle preferenze nella legge elettorale. L’emendamento La Russa è stato bocciato con 299 no, 264 sì e un astenuto. E’ stato bocciato per soli 35 voti l’emendamento sulle preferenze che avrebbe fatto saltare l’accordo sull’Italicum. Una maggioranza esigua, dunque, tiene in piedi il patto Pd-FI: appena sei voti in più di quanti sulla carta vanterebbe il solo gruppo del Partito democratico. In tutto Pd e FI potevano raggiungere 360 voti: tra assenze e ‘franchi tiratori’, se ne contano 61 in meno

renzi, ma lo comprendi che se non cedi su questo patto assurdo che vuoi mantenere con berlusskoni al senato rischi di prenderti un ceffone che ti lascerà il segno?…

e pensare che solo poche ore fa renzi dichiarava all’assemblea dei deputati Pd ”non c’è da mantenere un patto con Berlusconi, ma un impegno che come partito abbiamo preso profondo, netto, chiaro”. Renzi esprime “marcato dissenso rispetto a chi ritiene ” la legge elettorale che sta per essere approvata alla Camera incostituzionale. “Sarebbe positivo che si accelerasse la riforma del regolamento della Camera e si limitasse il ricorso al voto segreto“. Afferma Renzi all’indomani della bocciatura degli emendamenti sulla parità di genere con voto segreto. E poi rassicura: “Se ci saranno le condizioni per discutere al Senato di parità di genere, riapriremo la discussione”. ”Vi chiedo di chiudere oggi la votazione sulla legge elettorale alla Camera, come da accordi che abbiamo fatto e da decisione della Direzione”. Se qualcuno alla Camera oggi non voterà la legge elettorale, dovrà spiegarlo al Paese: così, secondo quanto riferisce chi era presente, il premier Matteo Renzi, parlando all’assemblea dei deputati del Pd.

Poi sulle riforme costituzionali. Entro quindici giorni “sarà formalizzato un atto parlamentare su Senato e Titolo V”.  Renzi annuncia che sarà convocata nei prossimi giorni una Direzione Pd sulla riforma del Titolo V.

Pubblicato in Blog

maramaldate…

11/03/2014

la maramaldata del tg3 regionale che trasmette le immagini del neo-commissario ai consorzi con un bel cartello dell’mpa al suo fianco è rivoluzione o presa per il fondelli?…:)))))))))))))…
sinistra lucana reagisci (d’obbligo a questo punto o ??? o !!!)

miko somma

Pubblicato in Blog

i bambini di una volta…

posto questo bel brano di paulo coelho per far riflettere qualche genitore e qualche  figlio di oggi su quanto una società che cambia, non sempre cambia in meglio, se non comprende la natura dei bisogni e come soddisfarli… 

1. – Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza, né airbag…
2. – Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.,,
3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con vernici a base di piombo.
4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.
5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.

6.- Bevevamo l’acqua dal tubo del giardino invece che dalla bottiglia dell’acqua minerale…
7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni. Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Sì, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!
8.- Uscivamo a giocare con l’unico obbligo di rientrare prima del tramonto. Non avevamo cellulari…cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile….

9.- La scuola durava fino alla mezza, poi andavamo a casa per il pranzo con tutta la famiglia (si, anche con il papà).
10.- Ci tagliavamo, ci rompevamo un osso, perdevamo un dente, e nessuno faceva una denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno, se non di noi stessi.
11.- Mangiavamo biscotti, pane olio e sale, pane e burro, bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di sovrappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare…
12.- Condividevamo una bibita in quattro… bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.
13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi, televisione via cavo con 99 canali, videoregistratori, dolby surround, cellulari personali, computer, chatroom su Internet…Avevamo invece tanti AMICI.
14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell’amico, suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era lì e uscivamo a giocare.
15.- Si! Lì fuori! Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis, si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati dopo non andavano dallo psicologo per il trauma.
16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo, nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né d’iperattività; semplicemente prendeva qualche scapaccione e ripeteva l’anno.
17.- Avevamo libertà, fallimenti, successi, responsabilità …e imparavamo a gestirli.

La grande domanda allora è questa:
Come abbiamo fatto a sopravvivere? E a crescere e diventare grandi?

(Paulo Coelho)

Pubblicato in Blog

l’ipoteca di squinzi…

renzi – “per la prima volta domani sarà messa nelle tasche degli italiani una significativa quantità di denaro”…all’assemblea dei deputati pd.

squinzi, “siamo da tempo convinti che la questione chiave è la riduzione del cuneo pagato dalle aziende”…in una lettera al corriere della sera…”Sarebbe interessante chiedere agli italiani se vogliono un lavoro o qualche decina di euro in più in tasca

…e così squinzi, presidente di confindustria, mette le mani avanti ed ipoteca l’intervento sulla riduzione del cuneo fiscale in favore delle imprese, quindi sul versante irap, utilizzando un lessico che suona alquanto ricattatorio nei confronti di una manovra certo giusta (e chi mai sarebbe contrario a che i lavoratori avessero un centinaio di euro in più in busta paga?), ma della quale non si conoscono le coperture di spesa, coperture che però il ministro dell’economia padoan pare individuare in un minaccioso “riduzione del cuneo coperto in modo permanente da tagli di spesa“, che suona molto come taglio di servizi più che spending review (i fondi rinvenienti per l’anno in corso sono stati a preventivo già messi a bilancio per la copertura di altre poste)…

e così, se è vero che renzi continua ad agitare un po’ demagogicamente questi 10 miliardi sotto gli occhi dei teledipendenti italiani e giura che andranno alle famiglie, ma si corregge subito dicendo che però non si deve fare la guerra tra irpef ed irap (le due partite fiscali sui quali insisterebbe il taglio del cuneo, la prima verso i lavoratori, la seconda verso le imprese), quindi non chiude la porta alle richieste di squinzi (che dovrebbe magari spiegarci quale sia mai il nesso scientifico tra risparmi fiscali sul costo del lavoro ed occupazione, se in mezzo non c’è una ripresa dei consumi anche sul mercato interno), possiamo ragionevolmente aspettarci che i fondi verranno quasi tutti da qualche taglio alla spesa che – attenzione – non è ri-organizzazione della stessa, ma taglio sic et sempliciter?…

staremo allora a vedere domani cosa verrà fuori dal cilindro del consiglio dei ministri che dovrà decidere, se il coniglio buono di una quadra virtuosa o il coniglio mannaro di un qualche taglio sferruzzato qui e lì e di qualche aumento sulle solite partite, accise sui carburanti e prezzo dei tabacchi… 

 

 

Pubblicato in Blog

3 anni fa fukushima…

Il Giappone si e’ fermato in un minuto di silenzio e raccoglimento in memoria delle vittime della tragedia del sisma/tsunami dell’11 marzo 2011 che, oltre a causare poco piu’ di 18.000 tra morti e dispersi, diede origine alla crisi ancora irrisolta alla centrale nucleare di Fukushima.

Manifestazioni si sono tenute in tutto il Paese nel terzo anniversario della triplice catastrofe, con il momento piu’ emotivo alle 14.46 locali (le 6.46 in Italia), ora del terremoto di magnitudo 9 sulla scala Richter.

e se i danni del terremoto furono tutto sommato lievi per la perizia costruttiva dei giapponesi, ma quelli del maremoto immani per la potenza della devastazione inarrestabile del mare, quelli della contaminazione radioattiva della terra, del mare, del pescato in conseguenza di questo ennesimo incidente sul quale, come prassi, si tenta di calare la sordina, quando li conosceremo davvero e fin quando se ne dovrà pagarne le conseguenze?…
 
Pubblicato in Blog

sono troppo malizioso?…

ora a maggior spiegazione di quanto espresso in qualche post precedente, ed a proposito della nomina del commissario per i tre consorzi di bonifica, prima pubblico il post dell’ansa che lapidariamente ne fornisce notizia…

(ANSA) – POTENZA, 10 MAR – La giunta regionale ha nominato Giuseppe Musacchio – in passato sindaco di Vaglio di Basilicata (Potenza) – nuovo commissario straordinario dei tre Consorzi di bonifica operanti in Basilicata. La notizia è stata comunicata a Musacchio (che ha ”ringraziato per la fiducia accordata”) dal presidente della giunta, Marcello Pittella (Pd). La nomina del commissario era l’unico punto all’ordine del giorno della riunione, che si è svolta in serata, dell’esecutivo lucano.

————————————————————-

sovvengono alcune considerazioni…nulla di personale su musacchio, sia chiaro, le cui qualità umane e professionali (è un avvocato) non voglio certo mettere né qui né altrove, in discussione, ma dopo il precedente incarico dato a nino falotico con la scusa che essendo un sindacalista, meglio avrebbe potuto gestire le questioni irrisolte dei lavoratori dei consorzi, quale scusa si troverà ora, che essendoci molto contenzioso giuridico nei consorzi chi meglio di un avvocato per dirimerle?…

poi tenendo anche conto che il suo campo politico notoriamente è la destra, pur se come sindaco di vaglio era stato eletto in una lista civica, qualcuno è forse in grado di spiegare una qualsiasi ratio in questa operazione che a tutti gli effetti sembra una cambiale per la clamorosa vittoria elettorale alle scorse primarie lucane?…o sono troppo malizioso ed i primi effetti visibili e pratici della rivoluzione del presidente sono questi “meravigliosi” salti circensi sul carro del potere che da qualche altra parte e prima, pur qualche punto di appoggio pur devono avere avuto?…

 

 

 

Pubblicato in Blog

11/03/2014

come richiestomi dallo stesso in seguito ad un incontro, avevo preparato una articolata relazione sulla questione ambientale in basilicata per il neo-assessore all’ambiente berlinguer, nella quale fotografavo la complessità della questione attraverso focus specifici e una visione d’insieme, ma visto un certo atteggiamento “rivoluzionario” del presidente della giunta che nomina gente di destra e senza alcuna competenza in posizioni strategiche, non consegnerò affatto la relazione…

miko somma

Pubblicato in Blog

11/03/2014

domenica incidentalmente ho espresso tre severe critiche al programma di pittella, presente il presidente, nel mentre criticavo altro durante la direzione regionale (mi spiace per altri, ma nel pd non si espelle chì dissente nel merito)…sono un meta-criticatore critico con l’assillo del pensiero lungo ed una “pazienza da leopardo” (cit.)

miko somma

Pubblicato in Blog

ci vuole anche fantasia…

che ci voglia anche un po’ di fantasia condita di un pizzico di sana follia e di voglia di divertirsi per cominciare a cambiare il paradigma energetico anche qui nel nostro pianeta…siamo nel reparto di matematica/informatica dell’università tecnica di monaco di baviera, in germania, dove sono state installati questi due spettacolari scivoli per scendere velocemente dal terzo piano a pianterreno, con l’evidenza cumulata di un netto risparmio energetico sull’uso degli ascensori (e dove si trova la gente che come il sottoscritto le scale le fa a scendere ed a salire?..beata pigrizia!!!), una sana voglia di sottolineare l’aspetto anche giocoso della vita e la fantasia dell’aver progettato un elemento architettonico che dona brio alla struttura…

Pubblicato in Blog

11/03/2014

poi quando qualcuno mi spiega come mai si nomina commissario ai consorzi di bonifica giuseppe musacchio, ex sindaco di vaglio, magari mi fa una cortesia…pagamento cambiali?…

miko somma

p.s. vedo grossi casini politici in vista…

Pubblicato in Blog

11/01/2014

sta venendo fuori una legge elettorale che è una vera cagata…scusate la caduta di stile, ma è quello che penso!!!

miko somma

Pubblicato in Blog