ai limiti del ridicolo…

(ANSA) – POTENZA, 7 FEB – All’unanimità, il Consiglio comunale di Potenza ha approvato le tariffe da applicare all’imposta comunale sulla pubblicità e al diritto sulle pubbliche affissioni. Lo ha reso noto l’ufficio stampa dell’amministrazione comunale specificando che “è stata rinviata ad un prossimo consiglio comunale l’approvazione del programma di esercizio del trasporto pubblico locale su gomma”.

———————————————————

ai limiti del ridicolo il consiglio comunale di potenza che mentre delibera sulle imposte pubblicitarie, il cui cespite evidentemente “salva” il bilancio, “rinvia” invece la più che necessaria discussione (ma sarebbe stata tale?) sul trasporto pubblico che pure andrebbe immediatamente resettato, sia per questioni tecniche e contabili, sia per esigenze legate alla chiusura delle scale mobili s. lucia che necessitano di “rivedere” l’intero piano trasporti nei collegamenti con il centro storico…e come le vogliamo chiamare queste larghe intese, le intese del rinvio?…dimettetevi tutti e subito, questa città necessita di andare al voto, perché siano i cittadini a dire chi li deve governare, non qualche stanza di compensazione ben al di fuori della democrazia…

Pubblicato in Blog

saldi…

07/02/2014

la ministrina dice che “con scelta civica non c’è una campagna acquisti…”
e infatti sono saldi di fine stagione…

miko somma

Pubblicato in Blog

in medio stat glacies?…

07/02/2015

alcune previsioni meteo riportano tra domenica notte e lunedì neve abbondante e temperature fino a – 15 sulla regione, altre neve non abbondante e temperature fino a – 7…che facciamo, in medio stat glacies?

non sarebbe male che la protezione civile dica qualcosina in merito, quantomeno per sapere se dobbiamo coprire i contatori dell’acqua con coperte e babbucce, come pure qualche ”acquedottico” dice…

miko somma

Pubblicato in Blog

big curiosity…

ansa – Il rover laboratorio della Nasa, Curiosity, che dall’agosto 2012 sta esplorando il grande cratere Gale su Marte, ha raccolto e iniziato l’analisi del suo secondo campione di roccia marziana, che sembra essersi formata in un ambiente lacustre più acido rispetto al sito precedente. A riportarlo è la Nasa sul suo sito.

In grigio l’area dove Curiosity ha scavato (fonte: NASA/JPL-Caltech/MSSS)

Curiosity ha raggiunto la base del Monte Sharp su Marte cinque mesi fa dopo un lungo peregrinare, prelevando un campione di suolo da un sito denominato ‘Confidence Hills’. La scorsa settimana il trapano del grande robot marziano è entrato di nuovo in funzione, su una roccia stratificata chiamata ‘Mojave 2′. A causa della fragilità della roccia, è stato necessario utilizzare una tecnica di perforazione con martellate meno energiche. Una prima analisi sui minerali che compongono il campione, effettuata con lo strumento CheMin all’interno di Curiosity, mostra una notevole quantità di jarosite, un minerale ossidato che contiene ferro e zolfo che si forma in ambienti acidi.

”La nostra valutazione iniziale di quest’ultimo campione indica che contiene molta più jarosite rispetto al campione di Confidence Hills”, commenta David Vaniman, vice responsabile dello strumento CheMin. Il che significa che i minerali di Mojave 2 si sono formati in presenza di acque più acide rispetto a Confidence Hills. Gli scienziati non possono però ancora dire se fossero acque che permeavano l’ambiente in cui si sono depositati i sedimenti da cui è costituito il rilievo, oppure un fluido che ha imbevuto il sito solo dopo. Entrambi i siti campionati da Curiosity si trovano in un affioramento chiamato ‘Pahrump Hills’, e secondo il team della missione Curiosity la genesi di questa montagna può essere dovuta a sedimenti depositati in una serie ripetuta di riempimenti ed essiccazioni di bacini lacustri.

Pubblicato in Blog