le due categorie…

02/04/2015

(ANSA) – POTENZA, 2 APR – “Credo che la Basilicata rappresenti, agli occhi di Matteo Renzi e del suo governo, una piccola regione-laboratorio, che anche grazie alla qualità della sua classe dirigente regionale, nazionale ed europea, possa dare un contributo per avviare nuove politiche di sviluppo, uscendo dalla logica della ‘lamentazione’ e delle ‘solite frasi’”. Lo scrive, in una nota, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd).
—————————————————————-
scusa marcello, ma chi se ne frega di cosa appare la basilicata agli occhi di renzi…credo dovrebbe più importarci di come si presenta a noi stessi e poi alle persone che la rispettano…e non mi pare che renzi rientri in alcuna delle due categorie

miko somma

p.s. poi per chi abbia voglia di leggere per intero il testo delle dichiarazioni di marcello pitella

http://www.regione.basilicata.it/giunta/site/giunta/detail.jsp?otype=1012&id=2994232&value=regione

 

 

 

Pubblicato in Blog

il nuovo lavoro…

02/04/2015

a guardare bene i dati, di nuovi assunti non ce ne sono, trattandosi prima con le decontribuzioni, poi forse con il jobatta, di trasformazioni di contratti a termine in indeterminati (cosa comunque non marginale) e riguardano prevalentemente aziende che fanno export (anche qui non è marginale)…

rimane integro il problema della domanda interna che non riparte e non consente ad alcun imprenditore di programmare alcuna assunzione…

facciamo a capirci, se il jobatta serve solo a chi esporta ed alla fiat e pochi altri grandi gruppi, l’eventuale valore aggiunto di qualche decina di migliaia di posti di lavoro (poletti straparla di un milione di posti – nostalgia burlesque?) andrà bilanciato nell’operazione di giudizio finale sul provvedimento con gli effetti sociali della ultra-subordinazione funzionale dei lavoratori che ritengo sin da ora molto negativi in prospettiva…

la crescita della domanda interna si nutre di sicurezza, non di flessibilità…

miko somma

Pubblicato in Blog