la contromossa sui fanghi

mi permetto di suggerire al consiglio regionale di basilicata nell’ultimo giorno legislativo a disposizione questo semplice testo di legge per impedire che all’art 41 del decreto genova segua il disastro di una terra che diventerebbe una discarica perfetta per fanghi ricchi, ricchissimi di idrocarburi…di seguito il testo che i sig.i consiglieri vorranno avere la bontà di completare nelle formalità di rito ed approvare per tentare di salvare i nostri terreni agricoli e non solo da quei fanghi…ringrazio quanti tra voi vorranno portare avanti questa battaglia

Visto il

-          Il decreto 28 settembre 2018, n. 109, all’art. 41

Visti

- D.L.vo 152/06 e s.m.e.i all’art. 227

- D.L.vo 27 gennaio 1992 all’art 2 e 177

- La sentenza del Consiglio di Stato n. 2722 del 6 giugno

- La pronuncia della Corte di Cassazione, sez. III penale, n. 27958 del 6 giugno 2017

- Il Regolamento 1357/2014/UE,  Decisione 955/2014/UE, Regolamento 997/2017/UE

- la Costituzione italiana capitolo 117 comma 3

Considerato

Il combinato disposto tra i succitati provvedimenti legislativi

Considerato inoltre

-          Il carattere di non obbligatorietà all’uso di quanto in specie normato

-          Le potestà regionali in tema di ambiente e protezione ambientale, sanitaria, di programmazione e di destinazione

………………………………………………………

 

LEGGE REGIONALE DI DIVIETO ALLO SPARGIMENTO IN SUOLI AGRICOLI DI FANGHI DA DEPURAZIONE

ART.1

È FATTO DIVIETO ALL’UTILIZZO IN QUALSIASI FORMA DI FANGHI DA DEPURAZIONE DI QUALSIVOGLIA NATURA E CLASSIFICAZIONE SU TERRENI AGRICOLI, DEMANIALI, DA BONIFICARE, IN AREE PROTETTE O DI PARTICOLARE PREGIO NATURALISTICO, ENTROPICO, PRODUTTIVO, PAESAGGISTICO, ATTRAVERSO MEZZI DI DIFFUSIONE SOLIDA, LIQUIDA O DI ALTRA NATURA NELL’INTERO TERRITORIO DELLA REGIONE BASILICATA