renzi al senato…

24/02/2014

beh, a parte che tenere le mani in tasca mi ricorda qualcun altro, molto fumo retorico di lega mollacciosamente instabile e ben poca sostanza, o meglio la sostanza anomala di un concetto dello stato al servizio del cogente e non viceversa…plebiscitario, non parla al senato, ma si rivolge direttamente al “popolo”, a suo modo ricattando i senatori…la personalizzazione della politica anche a sinistra farà danni enormi ad un paese che dovrebbe tornare a ragionare e smettere di sognare dietro il pifferario di turno…attenti alla riforma del titolo V che sarà indigeribile!!!…soprattutto per la basilicata…

miko somma

capisco la necessità di rompere i 5 stelle ed i berluskones, ma così si rompe tutto in un brodo primordiale dove è l’indistinto apolitico a fare da letto sulle sue smodate ambizioni di piccolo dux…

Un pensiero su “renzi al senato…

  1. Abolire il Senato è una sparato come chiudere tutte le scuole. Ridicolo fare la Camera delle autonomie che sono ancora indefinite. Abolire province prefetture ecc. sottointende che eutanasia e amputazione siano la cura per tutti i mali.
    Dando al Presidente della Provincia funzioni di Ufficiale del Governo come il Sindaco, basterà un solo Prefetto per regione, dedicato soprattutto a antimafia e simiili funzioni richiedenti distanza dalla società locale

I commenti sono chiusi.