contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Inserisci nel form il codice qui sotto:
captcha

4 pensieri su “contatti

  1. Condivido il vostro progetto politico in difesa del popolo lucano, del territorio contro le trivelle e l’inquinamento. Vorrei sapere come vi proponete sulla eliminazione della provincia di Matera se per voi è un vantaggio o un svantaggio.

  2. essenzialmente dando prospettive di crescita economica basate sulle vocazioni del territorio…vedi, domenico, generalmente i progetti di queste grandi compagnie si affiancano sempre ad un’opera di intontimento generale, mediata dai capibastone locali del consenso, in cui a tutti si promette felicità e ricchezza…bene, se avessimo altre opportunità economiche e sociali le persone forse sarebbero più facilmente in grado di opporsi a progetti che con il territorio nulla hanno a che fare…te l’ho fatta in estrema sintesi, ma ti invito a leggere il nostro programma per capire come si fa…e si fa con la costruzione di una nuova economia, ma anche e soprattutto con la costruzione di una nuova politica, sia in regione, sia nei comuni, che nel paese…in merito poi alla specifica domanda sulla provincia di matera, noi siamo stati contrari e lo siamo tuttora, anche se il decreto per ora è dormiente, perchè la riteniamo penalizzante sia per la provincia di matera in se, che per l’intera regione, ed in questo senso ci siamo espressi già illo tempore con alcuni comunicati stampa…ogni riassetto territoriale deve essere concertato con le popolazioni, non imposto sulla base di precetti ragionieristici…il altre parole serve un progetto globale che tenga insieme la rapresentanza territoriale con un nuovo assetto dell’economia e della politica…un progetto quindi, ed è per questo che votare COMUNITA’ LUCANA è votare per un progetto di salvaguardia della regione anche in merito a simili idee, non per la protesta fine a se stessa…grazie del tuo sostegno e di quello che i tuoi amici o parenti potranno darci ed un saluto sincero
    miko somma

  3. Buongiorno sig. Somma
    Riconosco che il lavoro da voi svolto è francamente pacifico e benefico. Nel contempo riconosco e mi scuso, per i toni e le frasi offensive avanzate. Comprendo la censura posta dal blog e francamente certe frasi potevo evitarle, perchè prive di ogni fondamento.
    Sintetizzando (in modo pacifico) il mio concetto, sicuramente si potrebbe fare di più, se la popolazione fosse tutta unita e se certi argomenti, vi fossero supportati in maniera tecnica, da qualcuno competente in materia (senza offesa alcuna). Si potrebbero di certo trovare punti di incontro comuni, sia per la popolazione che per i gestori dell’impianto; mantenendo l’ambiente salubre e creando posti di lavoro.
    Concludendo, mi creda che la centrale di Viggiano, rispetto alle altre realtà è un “gioiello”, viene mantenuto pulito ed in sicurezza. Purtroppo è vero un minimo di impatto sull’ambiente comunque c’è. Ma le garantisco che c’è di peggio in giro (veda quello che si è scoperto in campania sui rifiuti tossici).
    Mi scuso ancora per la terminologia errata che ho usato in precedenza e sicuramente, se dovessi, ancora scrivere sui blog, userò termini educati.

    Spero che lei e i sui colleghi, accettiate le mie scuse

    Cordiali saluti

  4. Buon pomeriggio
    ……solo ora mi sono reso conto di aver commesso un mare di “danno”.
    Mi sono documentato in giro è purtroppo, per ignoranza, mi ero accanito erroneamente con chi fa i fatti e non parole.
    …….quello di ieri, era uno sfogo errato dettato da stanchezza e rabbia di chi, ama la Lucania, me per motivi familiari è dovuto emigrare.
    Anche se in ritardo, mi sono documentato, solo ora del lavoro svolto dall’associazione di Miko Somma, e se pur con idee divergenti dalle mie, lo svolge in maniera assidua e benefica.
    Mi spiace tantissimo per il caos che ho causato con i miei modi sbagliati di esternare le mie idee. Spero vivamente (e concludo) che queste mie scuse possano bastare per far rientrare in tutto in un clima pacifico e democratico.
    Purtroppo, non ho avuto il coraggio di dichiarare il mio nome, per evitare ogni sorta di ritorsione, usando sia pseudonimo che e-mail inventati. Farò tesoro di questa esperienza, evitando in ogni modo, di intralciare il lavoro di chi come voi, di fatto, lotta anche per gli ignoranti come me.
    Perdonatemi per le ingiuste offese che vi ho arrecato

Lascia un Commento