SEL, MARTEDI’ PRESENTAZIONE DEL PIANO AZIENDALE STRATEGICO
Conferenza stampa del presidente della Regione Vito De Filippo e del presidente della Società Rocco Colangelo. Efficienza e sostenibilità energetica, nuove fonti di ricchezza collettiva.
23/02/2009 15.28.24
[Basilicata]
(AGR) – E’ convocata per martedì 3 marzo, alle ore 11,00, presso la Sala Verrastro della Giunta Regionale, la conferenza stampa di presentazione del Piano Strategico Aziendale della Società Energetica Lucana, che il Consiglio di Amministrazione della SEL ha adottato a poche settimane dall’entrata in vigore della Finanziaria regionale 2009. Incontreranno i giornalisti il Presidente della Regione Vito De Filippo e il presidente della Società Rocco Colangelo.
Valorizzare le risorse e le opportunità energetiche del territorio regionale a beneficio della collettività, contribuire ad un uso intelligente ed efficiente dell’energia ed un modello di vita e di sviluppo ecocompatibile, promuovere l’autonomia energetica della pubblica amministrazione lucana, ridurre i costi energetici di cittadini famiglie ed imprese, fare da supporto alla Regione nella gestione degli accordi relativi all’estrazione di idrocarburi. E’ la mission della Società Energetica Lucana (SEL), come delineata dal Piano Strategico Aziendale.
Con l’adozione del Piano la SEL allinea i propri interventi all’indirizzo politico europeo della sostenibilità energetico-ambientale: installare circa 200 MW di impianti che generano energia rinnovabile con un programma di interventi di razionalizzazione e riduzione dei consumi nelle strutture pubbliche, prevedendo per i soli impianti che impiegheranno tecnologie rinnovabili un investimento complessivo di 291 Meuro, di cui 113 Meuro con risorse SEL e 178 Meuro con risorse di terzi, ricavabili attraverso il meccanismo della concessione. Gli impianti (25 MW da fotovoltaico e 175 MW tramite impianti di produzione eolici o ibridi) verranno realizzati su aree attualmente non utilizzate o scarsamente utilizzate (terreni regionali, terreni di enti pubblici economici della regione, superfici di edifici di proprietà regionale).
Alla SEL è inoltre affidato un ruolo di protagonista attivo sia nella commercializzazione sul Punto di Scambio Virtuale del gas naturale conferito alla Regione, sia nella razionalizzazione, nell’acquisto e nella gestione aggregata dei consumi energetici delle pubbliche amministrazioni lucane, nonchè dei soggetti privati eventualmente interessati.
Ma, ai fini del perseguimento delle finalità generali della politica energetico-ambientale regionale, fondamentale resta l’adesione consapevole dei consumatori, delle imprese e della comunità regionale a nuovi stili di comportamento e di consumo. Di qui il notevole spazio che il Piano riserva a interventi di formazione e ricerca e servizi di informazione e education ai cittadini, unitamente alle attività di supporto alla Regione ed agli enti pubblici del sistema-Regione.
Con gli interventi messi in atto, la Regione Basilicata pone i presupposti per la costruzione di un modello di sviluppo innovativo, alimentato da una cultura sociale della sostenibilità e capace di generare per il territorio vantaggi e benefici socio-ambientali e lo sviluppo endogeno di filiere produttive tecnologiche nel settore dell’energia.
Il Piano Strategico Aziendale della SEL è stato già inviato al Presidente della Regione Vito De Filippo e sarà oggetto nelle prossime settimane di incontri di approfondimento con le forze politiche, sociali ed economiche regionali.

——————————————————————————–

gioco quasi svelato, dunque…fare da supporto alla regione negli accordi relativi all’estrazione di idrocarburi….preannuncio di nuovi permessi….ampio finanziamento dai terzi per la realizzazione di impianti (terzi garantiti dai fondi cip 6 erogati dal cipe) con il meccanismo della concessione…come dire che i privati usufruiranno della maschera pubblica per affari molto privati…solo 25 mw da fotovoltaico e 175 da eolico o impianti ibridi…indiscrezioni sul piano energetico confermate…controllare tra i familiari di alcuni assessori se non vi siano mogli con quote di società impegnate nell’eolico (che eolo-crac-o!!!)…gestione aggregata dei consumi pubblici ed ”eventualmente” privati…si ripete acquedotto lucano (mentore di acqua s.p.a. venduta già al 40% alla regione puglia con opzione di acquisto veolia)…allucinante!!!…preghiamo i magistrati di investigare in profondità in questo affare bipartizan…domani non potrò esserci (sono in val d’agri per la manifestazione), ma spero qualcuno vada a filmare l’evento e lo mandi al comitato per eternizzare il basso impero dello sfruttamento della damigiana energetica lucana…siamo nelle mani di una banda!!!

…certo che se al posto di rocco colangelo (uomo tanto brutto da apparire una piaga d’egitto e da far urlare al motto lucano di “guardati dai s’gnati d’ ges’crist”)  e vito de filippo (uomo tanto sospetto di collusioni da apparire una piaga da decupito e da far urlare al motto lucano di “articolo quinto, chi ten’ m’man’ ha vint”) ci fossero persone serie e seriamente impegnate al benessere del popolo lucano, la sel pure apparirebbe altro da quel coacervo di interessi “altri” che attualmente appare a qualsiasi persona dotata di buon senso…ma questi firmano e firmano e firmano!!!

fuori dalla nostra regione mafie e multinazionali di energia, acqua e rifiuti…e fuori anche i vito-cco de filipp-angelo!!!…ed in campagna elettorale gli prometto sarà anche peggio!!!