Potenza: da lunedì 11 asfalto su alcune strade cittadine08/04/2011 14:08

BASDa lunedì inizia asfalto in alcune vie della città Inizieranno lunedì prossimo 11 aprile con l’asfalto in Via Ionio, Via Tirreno compreso il Serpentone, i lavori di manutenzione straordinaria della viabilità urbana.
Martedi 12 e mercoledi 13 inizierà la fresatura del vecchio asfalto a Rione Lucania e in tutta via Grippo.
L’unità di direzione Urbanizzazione e Viabilità ha individuato alcune arterie stradali cittadine che avevano bisogno di una manutenzione straordinaria:

- Via Messina, viabilità di collegamento con Via Ancona;
- Via Ancona, tratto incrocio rione Malvaccaro;
- Via Ionio, viabilità principale e tratto interno al rione;
- Via Tirreno viabilità principale;
- Via L. da Vinci, tratto fino alla scuola elementare;
- Rione Francioso, tratto interno al rione;
- Via Grippo, viabilità principale;
- Corso Garibaldi, tratto adiacente palazzo degli uffici;
- Bucaletto e tratti vari

Gli interventi previsti per una spesa totale di 400.000 € consistono, per la maggior parte dei casi, nella fresatura del manto di conglomerato bituminoso presente degradato, nella risagomatura del corpo stradale con materiale arido stabilizzato e con conglomerato bituminoso tipo Binder in modo da rinforzare il sottofondo, rialzo ed eventuale sistemazione dei vari pozzetti presenti sulla sede stradale, e nel successivo rifacimento del manto di usura.

—————————————————————————————————————-

era ora si direbbe…ma rimane un ma…perchè la qualità dell’asflato usato è tanto scadente da rendersi necessaria una simile operazione almeno una volta ogni due anni?…in nord europa con temperature e ghiaccio di sicuro maggiori della pur fredda potenza, gli asfalti hanno tendenza a durare di più…che sia questione della qualità dell’asfalto utilizzato?…mettiamoci nei panni di chi fatto bene un lavoro, rischia di non poterlo poi manutenere con una certa regolarità…quei 400.000 euro suggeriscono qualcosa?…del resto è storia tutta italiana l’uso di materiali scadenti per potersene poi occupare in seguito